Thursday, 14 December 2017 - 06:32

Autonomia. Piergiorgio Salvati: “la manifestazione indebolisce l’iter legislativo. La partecipazione della segretaria Pd uscente Maoret da ritenersi a titolo personale”

Ott 27th, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

piergiorgio salvati 1“Non è in discussione il tema dell’autonomia della provincia di Belluno ma le modalità con cui perseguirla. La priorità è l’attuazione dell’articolo 15 dello Statuto regionale veneto e la manifestazione svolta nel momento in cui è in corso l’iter legislativo sul riordino istituzionale indebolisce la stessa provincia di Belluno”.

Lo dichiara Piergiorgi Salvati, candidato alla segreteria provinciale del Partito democratico.

“La presenza della segretaria uscente del PD Lidia Maoret alla manifestazione di sabato 26 ottobre a Belluno – precisa Salvati –  è da intendersi a titolo personale in quanto non discussa in alcun organo del PD bellunese. Stupisce infine il fatto che alcuni sindaci appoggino i referendum per distaccare pezzi della provincia e nello stesso tempo manifestino per l’autonomia e la sopravvivenza della provincia stessa.

Sarà mio preciso compito non appena eletto segretario convocare l’assemblea affinché deliberi per una richiesta forte di dare attuazione all’autonomia per il mantenimento della provincia e del territorio bellunese.”

Share

17 comments
Leave a comment »

  1. Non mi è chiaro il ragionamento che sta alla base di certe dichiarazioni. I referendum è oramai assodato che erano e sono uno strumento di protesta partita dal basso. I confini del TAA sono tutelati dalla Costituzione e da un trattato internazionale, difficile se non impossibile modificarli. La provincia di Bellunoi – Dolomiti necessita di un’Autonomia piena, nel senso di legislativa, finanziaria e amministrativa, l’attuazione dell’art. 15 ben venga, ma è comunque un contentino dell’amministrazione centrale veneta.

    Chi ancora strumentalizza i referendum e fa a finta di non capire vuol dire che è in mala fede.

    Io vedo solo giochi di potere e ridicoli strategie politiche per raggiungere determinate cariche. Non sarà il PD a far diventare Autonoma la provincia di Belluno, nemmeno il BARD o il PDL o la Lega…saranno i BELLUNESI UNITI

  2. Il nostro territorio è morto di politica. Per assecondare le linee delle segreterie provinciali e regionali dei vari partiti, abbiamo perso grandi opportunità e ci siamo divisi in casa, assecondando interessi provenienti dall’esterno ed estranei alle nostre esigenze.

    Iniziamo ad essere orgogliosi di quello che siamo e a guardare ai nostri interessi di Bellunesi e di Montanari.

    Certe polemiche creano solo divisione e non fanno certo gli interessi dei BELLUNESI. Sopratutto di quelli che non hanno nessuna tessera e sono liberi di pensare.

    Carlo Bernardi.

  3. Telecomandato da Reolon?

  4. @salvati. Le manifestazioni hanno valore solo se proclamate da alcuni e non da altri? Una bella dimostrazione di democrazia. Un buon viatico per diventare Segretario provinciale.
    @Carlo. D’accordo per l’unità dei Bellunesi. Domanda: come pensa di realizzarla?

  5. sicuramente uno dei “civuolebenaltristi” che sanno solo criticare gli altri nella certezza che solo le loro idee sono degne di essere definite “buona politica”
    lo dimostra la totale mancanza di nesso logico in ciò che afferma a riguardo della manifestazione di ieri

    mi chiedo: ma le richieste dei cittadini vengono prese in considerazione dal PD bellunese oppure no?
    per il momento provoca infiniti sbadigli e sensazione di “vecchio, già visto, già sentito” … in una parola sola lo definirei un partito Paleopolitico…

  6. @chipaga?. Prima di tutto rendendo coscienti i bellunesi che per troppo sono stati sfruttati da logiche a loro estranee. L’unità prima di tutto deve essere culturale, la presa di coscienza delle potenzialità e capacità che abbiamo. Non ho una formula magica, nemmeno la soluzione, ma credo che la creazione di un nuovo soggetto politico, il cui vero obbiettivo sia attuare politiche per i bellunesi, nel bellunese senza guardare alle ideologie nazionali, possa essere un’idea.

  7. @Carlo. Concordo in pieno. Persolalmente ho già intravvisto quale è quel soggetto politico.
    Mi auguro che prima o poi anche tu lo possa individuare tra chi dice di darsi da fare in quell’ottica.

  8. Caro Piergiorgio,

    bene quello che dici.
    Però.
    Io…………………….avrei aspettato d’ essere Segretario……………………….

    Con stima.

    Mario Svaluto Moreolo
    Semplice ed umile iscritto al P.D. – Circolo di Cavarzano

  9. Per una volta devo dare ragione a Mario Svaluto Moreolo… “Sarà mio preciso compito non appena eletto segretario…”, quindi non mette nemmeno il dubbio di non essere eletto, perché non dice “Sarà mio preciso compito, SE sarò eletto segretario…”.
    Presunzione e autoreferenzialità, complimenti.

  10. Vi concentrate più sulla forma che sulla sostanza. Siete proprio del PD…

  11. Prima ancora di essere eletti devono rispondere ai diktat di chi comanda! Ma la testa queste persone ce l’hanno??

  12. Ma la CGIL è d’accordo o no con l’autotomia? Salta sul carro dei vincitori?

  13. ” sarà mio preciso compito non appena sarò eletto segretario” a mio avviso non è nè presunzione nè autoreferenzialità ma sicurezza e grande certezza in ciò ke dice, ke crede e ke vuol portare avanti per il bene della sua provincia. Io posso solo augurarci di non perdere mai la sua forte volontà e con tutto il cuore gli faccio un in bocca al lupo!!!.

  14. Ma a questo non frega nulla dell’autonomia!

  15. Alcune precisazioni.
    1) ovviamente il senso è “in caso di elezione a segretario provinciale…” e comunque anche in caso contrario vi sarà la medesima richiesta al partito.
    2) Tutta la nostra campagna Pd Belluno Bene Comune 2013 è incentrata sull’autonomia, sull’art. 15 dello Statuto sulla macroregione alpina e su Belluno distretto alpino speciale dotato di autonomia e autogoverno e se non lo sapete il nostro futuro lo stanno decidendo in Parlamento adesso, e sta a noi portare a casa i risultati e tutto il Pd ci sta lavorando, anche se non frega niente a nessuno.

  16. @Salvati, fa piacere sapere che state lavorando a questo. Lo sappiamo benissimo che la partita si sta giocando in Parlamento, non è certo notizia riservata al PD, e sappiamo, per certo anche questo, che non solo il PD vi è impegnato. Vede Salvati c’è gente che da anni, gratis, senza finanziamento pubblico, senza indennità di carica si occupa e preoccupa del destino delle nostre valli. Sia generoso e lo ammetta, anche per rispetto nei confronti di quella gente e delle molte centinaia di persone, iscritte, che le sostengono, di quei sindaci che lei impropriamente critica, ma da che pulpito! Il suo “…non frega niente a nessuno” temo forse si riferisca a chi la circonda abitualmente. I bellunesi forse lo hanno capito e non c’è da meravigliarsi di qualche loro commento un po’ piccato. Bisogna sopportarli sti montanari, cosa vuole.
    Le auguro di diventare un buon segretario, poi vedremo come sarà in grado di muovere le masse. In piazza o nei salotti buoni, dipende da cosa sarà migliore per favorire l’iter legislativo. Grazie a Lidia Maoret che si è sporcata le scarpe, invece, per scendere in piazza, da bellunese con i bellunesi.

  17. Mi sembrava strano che il “partito” fosse dalla parte di TUTTI i Bellunesi.
    Grazie Lidia!
    e dasvidanyna compagno segretario…

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.