Friday, 15 December 2017 - 02:48

Ulss n.1: Entro l’anno conclusione dei lavori di adeguamento degli impianti termici ed elettrici degli ospedali di Pieve di Cadore ed Agordo

Ott 25th, 2013 | By | Category: Prima Pagina, Sanità

ulss 1In un periodo di evidente difficoltà a reperire risorse, l’Ulss 1 ha dato priorità ad alcuni importanti investimenti nelle strutture ospedaliere periferiche che, attraverso il rinnovamento tecnologico consentiranno una drastica diminuzione dell’impatto ambientale con l’ eliminazione dell’utilizzo di combustibili derivati dal petrolio, una migliorata efficienza energetica ed un aumento della sicurezza e della continuità del servizio.

Nell’ambito del contratto relativo al servizio energia e calore per la conduzione e gestione degli impianti delle strutture sanitarie e socio sanitarie dell’Azienda Ulss n. 1 di Belluno, la ditta appaltatrice sta realizzando quindi dei lavori di rinnovamento degli impianti termici ed elettrici negli ospedali di Pieve di Cadore ed Agordo.

In particolare, presso la struttura Ospedaliera di Pieve di Cadore verrà completamente rinnovata la centrale termica, attraverso i lavori di sostituzione degli attuali generatori di calore alimentati ad olio combustibile con altri di nuova generazione del tipo ad altissimo rendimento ed alimentati a gas. A completamento della ristrutturazione verranno installati nuovi sistemi di regolazione della temperatura per il contenimento dei consumi e di analisi in continuo dei fumi emessi per il monitoraggio delle emissioni di CO2.

Ulteriori opere accessorie saranno le canne fumarie, gli impianti elettrici di centrale e gli isolamenti termici delle tubazioni.

In aggiunta verrà realizzata una nuova cabina elettrica di media/bassa tensione, che vedrà aumentare il livello di sicurezza e di affidabilità delle nuove apparecchiature installate.

In atto, anche presso il Presidio ospedaliero di Agordo, il rinnovo della centrale termica attraverso medesimi interventi. Verranno, in aggiunta, installati pannelli solari per la produzione di acqua calda sanitaria che, nelle condizioni stagionali favorevoli, consentiranno di assicurare fino al 50% del fabbisogno del Presidio Ospedaliero.

In fase di realizzazione anche una nuova cabina elettrica di media/bassa tensione, che vedrà anche qui aumentare il livello di sicurezza e di affidabilità degli impianti.

La spesa prevista per questi interventi è di circa 2,5 milioni di Euro.

“Si tratta di lavori importanti – afferma il Direttore Generale dott. Faronato – che non andranno soltanto a beneficio della tutela dell’ambiente attraverso un maggiore sfruttamento delle risorse energetiche alternative, ma comporteranno anche una tangibile diminuzione dei costi fissi di funzionamento delle strutture di offerta sanitaria della rete provinciale, finalizzata a preservare le stesse non soltanto sotto il profilo delle attività da erogare ma anche della loro sostenibilità economica”.

 

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.