Tuesday, 24 October 2017 - 00:26

Razionalizzazione rete elettrica nella media Valle del Piave: presentate da Terna Rete Italia alla Commissione Tecnica VIA regionale le integrazioni al progetto con l’alternativa B passaggio a mezza costa del Nevegal

Ott 25th, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

ternaRoma, 25 ottobre 2013 – Il progetto “Razionalizzazione e sviluppo della rete elettrica nella media Valle del Piave”, opera avviata in autorizzazione nel febbraio 2011 e attualmente in fase di valutazione di impatto ambientale, soddisfa la necessità di ammodernamento dell’assetto attuale delle reti 132 kV e 220 kV nell’area del Bellunese, che oggi non sono interconnesse.

Tale soluzione mette in sicurezza la produzione idroelettrica dell’asta della Valle del Piave a nord di Ponte nelle Alpi. L’intervento previsto, inoltre, consentirà di razionalizzare la rete attuale attraverso l’interramento o delocalizzazione delle linee esistenti.

E’ quanto ha spiegato Terna Rete Italia durante la riunione con la Commissione Via Regionale.

Terna Rete Italia ha precisato che lo Studio di impatto ambientale dell’intervento è stato integrato – come richiesto della Commissione VIA nazionale – studiando la cosiddetta “alternativa B”, (che prevede il passaggio a mezza Costa del Nevegal), in attuazione dell’accordo sottoscritto con gli enti locali che prevede, in subordine, anche questa soluzione, perché consente la demolizione di circa 11 km di elettrodotto che attraversa zone urbanizzate nei comuni di Belluno e Limana, al contrario di quanto consentirebbe quella proposta dal Comune di Belluno e di Ponte nelle Alpi.

Terna ha infine spiegato che la linea, pur continuando ad essere esercita a 220 kV, sarà realizzata con sostegni rinforzati stante la necessità di operare in condizioni climatiche fortemente critiche specie nel periodo invernale.

A conclusione dell’incontro i tecnici della società hanno confermato che prosegue il lavoro con la Provincia di Belluno per organizzare un incontro pubblico a Limana, al fine di presentare l’integrazione al progetto relativamente al tratto che riguarda il territorio comunale precedentemente non coinvolto.

 

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.