Thursday, 19 October 2017 - 05:34

Movimento Cinque stelle: No al Far West degli orari nel commercio, o moriranno tutti i piccoli esercizi

Ott 21st, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

5-stelle-beppe-grillo-130x130“E’ successo pochissime volte nella storia della Repubblica che un testo arrivasse in aula per essere immediatamente ‘sbianchettato’, cancellato”. Lo denunciano il deputato del MoVimento 5 Stelle Michele Dell’Orco e gli eletti in Commissione Attività produttive in relazione alla proposta di legge M5S che rivede la disciplina degli orari di apertura del commercio la domenica e nei festivi, demandando la materia alla potestà di Regioni ed enti locali.

“E’ singolare che il Pd parli di bandierine. Proprio loro che volevano propinarci un testo unificato di sapore mediatico che in sostanza non scalfiva affatto la deregulation del governo Monti. Le liberalizzazioni indiscriminate – continuano i deputati M5S – stanno uccidendo i piccoli esercizi e stanno desertificando i nostri centri storici. E’ dimostrato che i consumi non sono aumentati perché i cittadini hanno spalmato le spese su sette anziché su sei giorni. E intanto la grande distribuzione, ossia i centri commerciali, si tiene a galla comprimendo i diritti dei lavoratori e abbattendo così gli oneri delle aperture nei giorni di festa”.

“I cittadini si sono espressi contro le liberalizzazioni in un referendum datato 1995 e adesso c’è una proposta di legge di iniziativa popolare che ricalca in gran parte il nostro testo. Malgrado ciò i partiti rifiutano a prescindere di far passare una legge del MoVimento, anche se di evidente buonsenso. Loro – chiude il M5S Camera – continuano a proteggere gli interessi delle solite lobby. Noi difendiamo le Pmi e ci occupiamo davvero dei problemi della gente ”.

 

Share

One comment
Leave a comment »

  1. Ieri alla Taverna di Belluno, l’ASCOM ha offerto lauto pranzo. Soldi quindi l’associazione ne ha. Mi sembra che ci sia tanta lamentela, ma da parte da chi, in fondo, sta ancora bene. Per niente, a mio avviso, sono proprio i commercianti che hanno trasformato le 1000 lire in euro.

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.