Monday, 23 October 2017 - 10:09

Sanità bellunese. Bond non ci sta alle critiche dei comitati per la salute pubblica e bacchetta anche il Bard: “Intollerabile strumentalizzazione”

Ott 16th, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina, Sanità
Dario Bond, consigliere regionale Pdl

Dario Bond, consigliere regionale Pdl

“Non voglio usare i toni di chi evoca addirittura il rogo. E’ un linguaggio che non mi appartiene e che mi rattrista perché utilizzato da sindaci ed ex consiglieri regionali. La realtà è che c’è una chiara strumentalizzazione politica in atto con la rottura di un fronte soprattutto a sinistra. E’ intollerabile però che in questa lotta si giochi con la salute dei cittadini”.

A dirlo è il consigliere regionale del Pdl Dario Bond all’indomani della conferenza stampa indetta dai comitati per la salute pubblica del Bellunese.

“I numeri e i fatti dimostrano che le schede ospedaliere hanno confermato la specificità sanitaria del Bellunese: se da un lato il numero di posti letto in provincia è rimasto complessivamente inalterato, dall’altro sono state create nuove apicalità al passo con i tempi e con le esigenze epidemiologiche del territorio, come per la lotta ai tumori. A Belluno sono stati riconosciuti nuovi servizi e nuove Usd, dall’ematologia alla reumatologia, passando per la presenza di un laboratorio di emodinamica interventistica h 24. Feltre non solo diventerà polo regionale di chirurgia oncologica gastrointestinale ma avrà anche due nuovi primariati di oncologia e urologia. Quanto a Pieve di Cadore e Agordo i risultati sono evidenti: per il primo è stato blindato il Suem 118, per il secondo è stata potenziata l’area chirurgica con il riconoscimento del regime di week-surgery multidisciplinare. Al centro di riabilitazione di Lamon sono stati assegnati nuovi posti letto, così come ad Auronzo per l’alcologia. Mi chiedo – ma ovviamente la domanda è ingenua – cosa spinga questi signori a parlare addirittura di chiusura, ingenerando un panico ingiustificato. Sono pure e semplici farneticazioni”.

Non manca una stoccata al movimento del Bard presente alla conferenza stampa: “Pur nella diversità di vedute ho sempre riconosciuto al Bard le cose positive fatte nel rivendicare maggiore attenzione per il Bellunese. Dispiace vedere che la stessa libertà di giudizio non è applicata nei confronti dell’operato dei tre consiglieri regionali bellunesi che, ognuno nel proprio ruolo, hanno portato a casa importanti risultati. Rilevo con amarezza che per molti soggetti è più facile attaccare che riconoscere il lavoro fatto”.

 

 

Share

8 comments
Leave a comment »

  1. Intollerabile presa per i fondelli.

  2. Ad Agordo l’area chirurgica e’ stata depotenziata, altro passo verso la cancellazione. Raccontapalle.

  3. “Il mio nome è Bond, Dario Bond” pretende che per partecipare ad un incontro si chieda la sua autorizzazione? Che si vergogni.

  4. Basta bale.

  5. Grazie di niente Bond.

  6. Braccia strappate alla necessaria manutenzione di un sacco di sentieri. Pensiamoci.

  7. Assieme a Toscani e Reolon potrebbero fare una bella squadra. Diamogli 3 motoseghe e che vadano a produrre qualcosa di diverso dalle chiacchere.

  8. Regione Veneto, i politici si fanno la legge salva-rimborsi: tutti favorevoli. Ma va?

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.