Tuesday, 12 December 2017 - 16:13

Accordo UniCredit e Confindustria Belluno Dolomiti: siglata convenzione per sostenere l’export delle aziende bellunesi

Ott 15th, 2013 | By | Category: Lavoro Economia Turismo, Prima Pagina

confindustria belluno dolomitiSi rafforza l’attività di UniCredit e Confindustria Belluno Dolomiti volta a supportare la ricerca, da parte delle imprese della provincia, di nuovi sbocchi sui mercati. A sancire ufficialmente questa collaborazione è la “Convenzione per l’Internazionalizzazione”, siglata oggi (martedì 15 ottobre 2013) da Gian Domenico Cappellaro, Presidente Confindustria Dolomiti e da Romano Artoni, Deputy Regional Manager Nord Est di UniCredit.

L’intesa prevede che la banca metta a disposizione delle imprese associate servizi dedicati al sostegno e al supporto del business estero, oltre alle proprie strutture presenti sui mercati di destinazione.

Più nello specifico, UniCredit fornirà, su indicazione e per mediazione di Confindustria Belluno Dolomiti, servizi di consulenza a 360 gradi su tematiche inerenti il business estero, tramite i propri desk internazionali, interfaccia unica dove gli imprenditori troveranno specialisti che parlano la stessa lingua e conoscono le storia dell’azienda e le peculiarità delle sue esigenze. Oltre a ciò gli imprenditori interessati potranno trovare, nell’esteso network estero di UniCredit, la possibilità di sviluppare contatti commerciali in loco e strumenti e soluzioni finanziarie in grado di agevolare e semplificare l’iter di riscossione di crediti all’estero.

L’obiettivo di fondo è, dunque, di rilanciare l’export del sistema imprenditoriale bellunese, che a fine giugno ha segnato una flessione del 5,6%, cercando nuove opportunità di business soprattutto in quei mercati, come quelli del Centro ed Est Europa, caratterizzati da alte potenzialità di crescita e una relativa prossimità geografica.

“I processi di internazionalizzazione – ha dichiarato Romano Artoni, Deputy Regional Manager Nord Est di UniCredit – possono dare nuova linfa al sistema produttivo e dare origine a un circolo virtuoso di cui può beneficiare tutta la comunità. Riteniamo fondamentale per gli imprenditori il fatto di poter contare su un Gruppo come il nostro, attivo in 50 Paesi e con una presenza radicata in paesi, come la Polonia, la Russia e la Turchia, in cui il potenziale di crescita è enorme e dove però la forte competizione globale richiede l’assistenza di partner che ben conoscono il mercato locale ”.

“La capacità di esportare – affermano Gian Domenico Cappellaro e Renato Valmassoi, rispettivamente presidente e membro della giunta esecutiva con delega all’internazionalizzazione di Confindustria Belluno Dolomiti – è un fattore decisivo tra quelli che determinano l’andamento positivo di un’impresa, soprattutto in una fase come quella attuale, segnata dalla contrazione dei consumi interni e da una conseguente riduzione delle opportunità di crescita sul mercato italiano. Ma l’internazionalizzazione è strettamente correlata alle dimensioni delle imprese. Questo perché, in generale, l’attività internazionale va di pari passo con performance economiche oltre la media: le imprese attive sul mercato internazionale sono più grandi, più produttive, più dotate di capitale umano e di mezzi finanziari rispetto a quelle che operano solo a livello di mercato domestico. E’ perciò importante dare alle piccole e medie imprese un supporto concreto che le aiuti a potenziare la loro presenza sui mercati esteri”.

 

 

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.