Monday, 11 December 2017 - 17:21

Oltre 400 per l’inaugurazione della sede distaccata di Banca Prealpi a Feltre. Antiga: “Banca Prealpi si candida a essere un punto di riferimento per la comunità”

Ott 12th, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

presidente Bcc Prealpi antigaInaugurata questa mattina, alla presenza di oltre 400 persone, la sede distaccata dalla Banca di Credito Cooperativo delle Prealpi a Feltre, in via Montelungo 12 (centro commerciale Le Torri). La cerimonia sancisce in via ufficiale il legame tra il movimento della Cooperazione di Credito e la città di Feltre. Legame che ha trovato forma nel progetto “in Valbelluna”, per lo sviluppo di una banca che ha sede in questa comunità, che si nutre dei legami con questo territorio e che, nelle intenzioni, vuole essere non solo il luogo di una cooperazione economica ma anche spazio di socialità e di condivisione di cultura. Presenti, tra gli altri, il presidente dell’istituto di credito con sede a Tarzo (Tv), Carlo Antiga, l’assessore all’urbanistica del Comune di Feltre, Luciano Perco, il sindaco di Tarzo, Gianangelo Bof, il direttore dei servizi amministrativi dell’Ulss 2 di Feltre, Rosanna Zatta e il direttore della Federazione Veneta delle Banche di Credito, Fabio Colombera e il vicepresidente Fabrizio Gastaldo. Don Sergio Dalla Rosa ha officiato la benedizione.

La sede distaccata feltrina è guidata dal direttore Gianfranco Sacchet: su 200 metri quadri distribuiti su un piano hanno trovato posto due sportelli, gli uffici fidi, titoli e consulenza, gestiti da cinque dipendenti. Attualmente i soci sono circa 400.

“Oggi Banca Prealpi in Valbelluna si candida a essere un punto di riferimento per questa comunità, e lo fa all’insegna dei valori che da sempre ci contraddistinguono ovvero solidità, trasparenza, etica e tradizione – afferma Antiga – ci siamo proposti non solo con una “banca” ma piuttosto con un “progetto”, voluto e condiviso con le persone che la formano, i soci prima di tutto”. L’operatività di Banca Prealpi in Valbelluna, che dispone già di due filiali, una a Belluno e una a Sedico, sarà guidata dal territorio al territorio, o meglio, da questo territorio e per questo territorio. “La nostra cooperativa di credito che si potenzierà e amplificherà tanto più quanto sapremo e saprete avviare un circolo virtuoso – aggiunge Antiga – più i soci saranno attivi animatori di questo progetto più la banca avrà modo di svilupparsi e porsi al servizio della comunità e viceversa. Una crescita, quella a cui ci riferiamo, non è data dalle quote di mercato o di profitto ma dal benessere di questa comunità, per il sostegno alle iniziative a carattere sociale, culturale che il territorio esprime, dando attuazione ai principi di mutualità esterna. E’ la crescita dell’identità della Banca che si plasmerà anche sulle specificità di questo territorio. Un’identità quindi che nascerà da voi, da quanto nella comunità saprete far vivere e alimentare questa cooperativa attraverso il vissuto e l’operatività quotidiana”. A dimostrazione di questo intento, la donazione, al reparto di otorinolaringoiatra dall’ospedale Santa Maria del Prato di Feltre, Epic-Plus, un’apparecchiatura per la diagnosi audiologica (come la sordità preverbale e il neurinoma del nervo acustico).

L’anno 2013 ha segnato per Banca Prealpi profondi cambiamenti negli assetti organizzativi e territoriali: oltre all’apertura della sede di Feltre, c’è stato spazio anche per l’inaugurazione della sede direzionale di Tarzo e l’acquisizione di 4 nuove filiali (a Treviso, Villorba, Jesolo e Cavallino Preporti) dalla Bcc di Monsile. Gli sportelli sono così saliti a 31 mentre l’area di competenza si è estesa complessivamente a quasi 100 comuni tra Veneto e Friuli Venezia Giulia.

 

 

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.