Sunday, 22 October 2017 - 12:01

Demanio idrico. Bond: “Presto i canoni pregressi”: Incontro chiarificatore a Venezia con l’assessore Maurizio Conte e i dirigenti del settore

Ott 10th, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore
Dario Bond, consigliere regionale Pdl

Dario Bond, consigliere regionale Pdl

“Presto la Regione trasferirà alla Provincia di Belluno gli arretrati del demanio idrico”. Questo l’impegno emerso nel corso dell’incontro chiarificatore a Venezia tra il consigliere regionale bellunese Dario Bond (Pdl) e l’assessore regionale all’ambiente Maurizio Conte (Lega) sul nodo del demanio idrico a cui hanno partecipato anche Tiziano Pinato (dirigente Difesa del suolo) e Doriano Zanette, responsabile dell’Unità Complessa Assetto Idrogeologico, demanio idrico e coste.

“Ho voluto questo incontro per capire a che punto è la giunta regionale nel riconoscere alla Provincia di Belluno i canoni pregressi del demanio idrico, vicenda che si trascina da troppo tempo e che sta creando una situazione di impasse”, afferma il consigliere bellunese.

“L’assessore Maurizio Conte – che ringrazio – mi ha rassicurato su vari fronti dettando anche una prima tabella di marcia: presto sarà adottata una nuova convenzione per lo sportello unico per il Demanio idrico tra Regione e Provincia, in un secondo momento si andrà a determinare l’esatto importo dei pregressi che da alcuni primi calcoli si aggirano attorno ai 2 milioni e mezzo. Le verifiche, particolarmente minuziose, sono in corso e vanno dal 2006 al 2009”.

“Mi auguro che questa importante rassicurazione possa tranquillizzare gli animi perché questo significa che presto la Provincia potrà chiarire la sua posizione con Veneto Strade che, a sua volta, sarà messa nelle condizioni di garantire la piena operatività sulle arterie bellunesi anche in vista della stagione invernale”, conclude Bond.

 

 

Share

4 comments
Leave a comment »

  1. Sono in corso le verifiche dal 2006! Questo è l’interesse che il Veneto ha dedicato finora ai nostri diritti.

  2. La direttiva comunitaria 60/2000 non ha ancora trovato in Regione V eneto “convinti sostenitori” , è per tutta europa Basilare per la tutela dei corsi d’ acqua. In assenza colposa di elementi utili al giudizio lasciamo fare di tutto e di più sui nostri torrenti. Napolitano tra qualche anno dirà: ” prevalse la logica degli affari”

  3. Braccia crudelmente strappate all’agricoltura.

  4. ah beh, allora.

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.