13.9 C
Belluno
venerdì, Maggio 29, 2020
Home Lavoro, Economia, Turismo Occhialeria. Sipao in campo per migliorare il rapporto con le banche

Occhialeria. Sipao in campo per migliorare il rapporto con le banche

Giancarlo Recchia: purtroppo riscontriamo sempre maggiori difficoltà nell’accesso al credito. Il presidente della sezione Lorraine Berton: serve confronto franco e aperto

gunnar-occhiali-130x130Alla ricerca dell’intesa perduta. Sipao (la Sezione Industrie Produttrici di Articoli per l’Occhialeria di Confindustria Belluno Dolomiti) apre un confronto con le banche, con l’obiettivo di conoscersi meglio per capirsi di più, in un periodo in cui il problema dell’accesso al credito è sempre più grave e sta mettendo in difficoltà molte aziende. E lo fa organizzando per domani (giovedì 10 ottobre 2013) una tavola rotonda con i dirigenti di Unicredit, aperta ai rappresentanti di tutte le aziende associate.

«L’intento di questo incontro – spiega Giancarlo Recchia, membro del direttivo Sipao con delega ai rapporti con le banche – è di migliorare l’intesa reciproca, avviando un dialogo con uno degli istituti più importanti del territorio. Troppo spesso, infatti, ci si parla senza capirsi. Succede, ad esempio, quando un imprenditore va in banca e si sente negare un finanziamento perché ha un certo rating. Ma nessuno gli spiega da che cosa dipenda questo metodo di valutazione delle imprese, né quindi come possa migliorarlo. Il personale delle banche deve rendersi conto che in molti casi si trova di fronte a una persona che lavora e non è detto che abbia delle competenze in ambito economico. E’ dunque l’atteggiamento che deve cambiare, perché altrimenti questi due mondi, quello degli istituti di credito e quello delle imprese, continueranno ad essere troppo distanti, peggiorando così una situazione già molto complicata». «Anche negli ultimi mesi – aggiunge Recchia – riscontriamo maggiori difficoltà nell’accesso al credito e questo ci lascia l’amaro in bocca non solo per le ripercussioni sull’operatività delle nostre imprese, ma anche perché le ragioni sono spesso incomprensibili e non abbiamo quindi gli strumenti per trovare una soluzione». «L’impressione – conclude Recchia – è che le banche siano impegnate soltanto a realizzare utili, mentre dovrebbero pensare a collaborare con le aziende per uscire insieme da questa situazione di crisi economica».

«Le difficoltà nell’accesso al credito – conferma Lorraine Berton, presidente di Sipao – è uno dei problemi più urgenti da risolvere. Abbiamo perciò voluto promuovere questa tavola rotonda, nella speranza che un confronto franco e aperto tra gli imprenditori e i vertici di una delle principali banche del territorio sia utile a migliorare un rapporto che al momento è assai complicato».

 

 

 

 

 

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Assessore d’Emilia ai commercianti del centro: «Disponibili a sostenere il Consorzio con Distretto del Commercio. Ci dicano le loro priorità»

«Siamo pronti a venire incontro alle necessità dei commercianti del Consorzio Centro Storico, basta che ci indichino le loro priorità e lavoreremo all'interno del...

Rigenerazione del Parco fluviale di Lambioi. Frison: “Ok da Roma alla modifica del progetto”

Via libera da Roma alla modifica del progetto di rigenerazione urbana del Parco di Lambioi: è infatti arrivata la tanto attesa nota del segretario...

Il Lago di Santa Croce è pronto per la stagione 2020. Strutture rinnovate e protocolli di sicurezza per accogliere turisti e visitatori 

L’Alpago non rinuncia al proprio lago e, anzi, rilancia un’offerta turistica e sportiva che potrebbe vedere nella stagione alle porte un’occasione per certi versi...

La Belluno-Feltre Run e il Palio di Feltre si fermano. Appuntamento al 2021

Niente 30 chilometri, niente mezza maratona: la Belluno-Feltre Run si ferma. Il 4 ottobre non si correrà nello splendido scenario della Valbelluna. Quella del...
Share