13.9 C
Belluno
venerdì, Maggio 29, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti ”Sulle tracce dei ricordi”: la quotidianità prima della tragedia del Vajont

”Sulle tracce dei ricordi”: la quotidianità prima della tragedia del Vajont

“Sulle tracce dei ricordi” è la suggestiva piece teatrale dedicata alla tragedia del Vajont proposta da Artenuova, dal Comune di Soverzene e dalla Compagnia “Punto e a capo”, per le serate del 5 e 6 ottobre alle ore 21 presso la Sala Polifunzionale di Soverzene. Patrocinato dalla Regione del Veneto, “Sulle tracce dei ricordi” nasce dall’idea di Tony Balbinot, regista e scenografo, e dal pentagramma creativo di Artenuova con Celeste Levis e Carlo De Battista, come suggestivo e commovente spaccato di vita quotidiana, aneddoti e timori delle genti prima della tragedia del Vajont.

La rielaborazione del disastro, attraverso le testimonianze e la musica, è un passaggio narrativo che accompagna sul filo dell’emozione lo spettatore, conducendolo per mano tra le ombre e le luci di una quotidianità appesa ad una manciata di ore di sopravvivenza. Attraverso la storia di una giovane coppia del luogo, Angelo e Rosy, rivive la storia del paese dalla costruzione della diga, fino al 9 ottobre, tragico “anno zero” che rovescerà le sorti delle genti di Longarone.

Le voci narranti di Marco De Martin e di Damiana Bonetta, si esprimono attraverso i dialoghi di Loreta Chenetti e cavalcano le tonalità musicali dei maestri Carlo De Battista e Giuseppe De Rosa; le emozioni sono affidate ad una coraggiosa scenografia che, percorsa da attori silenti, sarà rovesciata a significare la catastrofe che stravolse il paese nel lontano ’63.

Nell’ultimo atto, l’unica voce assordante che emerge dal tragico silenzio, sarà quella di Giovanni, bimbo sopravvissuto all’onda assassina che legge una pagina del suo diario nel primo giorno di scuola, proprio la sua voce consegnerà agli spettatori il testimone della speranza per un futuro migliore.

Ancora una volta il lavoro di rete tra associazioni bellunesi conferma la qualità e l’intensità dell’offerta artistica bellunese, la sinergia tra teatro e musica, espressa dalla collaborazione tra Artenuova e Tony Balbinot, conferma quanto sia fondamentale che il ricordo passi attraverso il pentagramma delle emozioni, vero imprinting dell’animo umano.

Lo spettacolo “Sulle tracce dei ricordi” sarà replicato il 10 novembre a Ponte nelle Alpi, presso il Teatro Pierobon di Paiane.

Share
- Advertisment -

Popolari

Assessore d’Emilia ai commercianti del centro: «Disponibili a sostenere il Consorzio con Distretto del Commercio. Ci dicano le loro priorità»

«Siamo pronti a venire incontro alle necessità dei commercianti del Consorzio Centro Storico, basta che ci indichino le loro priorità e lavoreremo all'interno del...

Rigenerazione del Parco fluviale di Lambioi. Frison: “Ok da Roma alla modifica del progetto”

Via libera da Roma alla modifica del progetto di rigenerazione urbana del Parco di Lambioi: è infatti arrivata la tanto attesa nota del segretario...

Il Lago di Santa Croce è pronto per la stagione 2020. Strutture rinnovate e protocolli di sicurezza per accogliere turisti e visitatori 

L’Alpago non rinuncia al proprio lago e, anzi, rilancia un’offerta turistica e sportiva che potrebbe vedere nella stagione alle porte un’occasione per certi versi...

La Belluno-Feltre Run e il Palio di Feltre si fermano. Appuntamento al 2021

Niente 30 chilometri, niente mezza maratona: la Belluno-Feltre Run si ferma. Il 4 ottobre non si correrà nello splendido scenario della Valbelluna. Quella del...
Share