13.9 C
Belluno
venerdì, Luglio 10, 2020
Home Lavoro, Economia, Turismo Il Cantiere della Provvidenza fa il punto della sperimentazione sulla bachicoltura: “Cantiere...

Il Cantiere della Provvidenza fa il punto della sperimentazione sulla bachicoltura: “Cantiere della Seta: il baco sentinella dell’ambiente”

bachicolturaE’ giunta a conclusione la prima esperienza di rivisitazione dell’antico mestiere della bachicoltura lanciata dal Cantiere della Provvidenza –Società-Persona-Ambiente. La sperimentazione ha visto la sinergia dello staff della Cooperativa con il centro Cra-Api di Padova per il supporto tecnico e la start-up e la collaborazione in rete di imprese e privati.

Moltissimi gli obiettivi raggiunti dal progetto attuato dal Cantiere della Provvidenza in territorio di Santa Giustina, dalla rivalutazione del patrimonio culturale locale, alla creazione di posti di lavoro per persone in situazione di svantaggio nella biodiversità coltivata, ambiti presenti nello statuto della Cooperativa.

La strategia di rete creata dagli attori del progetto, istituzionali, cooperativi e privati, ha innescato un volano che nel futuro potrà avere ripercussioni interessanti dal punto di vista del mercato del lavoro, rilanciando un’imprenditorialità agricola avallata dalle recenti dinamiche dei PAC Europei 2014/2020 e differenziando nelle tematiche dell’impresa etica, le attuali offerte agricole del territorio.

La collaborazione della Cooperativa il Cantiere della Provvidenza con il Cra-Api (Unità di Ricerca per l’Apicoltura e la Bachicoltura) e con il Centro Veneto Agricoltura, potrebbe portare a nuove aperture nei confronti della bachicoltura in provincia di Belluno, prima fra tutte la possibile fruizione dei locali abbandonati del Borgo di Villiago promuovendo il sito a Borgo Solidale e creando una struttura per allevamento bachi che possa essere anche ricettiva all’accoglienza, con laboratori di trasformazione e vendita dei prodotti ed annesso laboratorio didattico.

Il Convegno organizzato congiuntamente con il Comune di Santa Giustina, che si terrà venerdì 4 ottobre presso la tecnostruttura di Piazza Maggiore, dalle 18 alle 19.30, valuterà gli aspetti imprenditoriali e culturali del progetto di bachicoltura varato dal Cantiere della Provvidenza. Le relazioni spazieranno dalla storia della bachicoltura bellunese con lo storico Dino Dal Pan, alle nuove prospettive della bachicoltura riportate dalla responsabile del Cra-Api di Padova, Dottoressa Silvia Cappellozza. Gabriele De Nadai, referente Area Ambiente del Cantiere parlerà invece degli aspetti della sperimentazione, mentre la valenza economica e sociale del progetto sarà descritta da Simone Palma referente Area Sociale del Cantiere. L’apertura degli interventi sarà effettuata dalla Presidente della Cooperativa,Tiziana Martire, mentre le conclusioni saranno affidate a Giustino Mezzalira, Direttore Sez. Ricerca e Gestioni Agro-Forestali di Veneto Agricoltura.

 

Share
- Advertisment -



Popolari

Jesolo link, in treno e bus fino alle spiagge di Jesolo

Sono 65 i collegamenti quotidiani di Jesolo Link fra la stazione di Mestre e le spiagge di Lido di Jesolo, con ultima corsa in...

Eventi di promozione territoriale. Aperto il bando da 150mila euro. Domande entro il 7 agosto.Deola: «Importante per il turismo, ma anche per creare occasioni...

La Provincia di Belluno dà una mano a gruppi e associazioni che organizzano eventi. Con contributi e benefici economici indirizzati a chi promuove il...

Tre nuovi medici e 6 tecnici all’Ulss Dolomiti, in arrivo altri 5 specializzandi

L’Ulss Dolomiti si rafforza con l’assunzione di nuovi medici e di 6 tecnici della prevenzione a tempo indeterminato in esito ai concorsi effettuati da...

Enzo Chemello è il nuovo direttore del dipartimento di area critica di Belluno

Enzo Chemello, primario del pronto Soccorso di Pieve di Cadore, è il nuovo direttore del Dipartimento strutturale di Area critica di Belluno. Il Dipartimento strutturale...
Share