Friday, 15 December 2017 - 00:52

Vajont. Bond si appella a Zaia: ” “La tragedia nei programmi scolastici della Regione”

Ott 1st, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina
Dario Bond, consigliere regionale Pdl

Dario Bond, consigliere regionale Pdl

“Accolgo positivamente le parole del ministro Carrozza sull’inserimento della tragedia del Vajont nei libri di storia, mi auguro però che il Veneto possa precedere un’eventuale decisione di carattere nazionale. Per questo mi rivolgo al governatore Zaia perché si attivi fin da subito per inserire nei programmi questo doloroso capitolo della storia veneta”.

A dirlo è il capogruppo del Popolo della Libertà in Consiglio regionale Dario Bond a pochi giorni dalla commemorazione che si terrà in municipio a Longarone lunedì prossimo e che vedrà la partecipazione dei consiglieri regionali veneti.

“Nel Cinquantenario della Tragedia occorre lanciare messaggi precisi che vadano oltre la mera circostanza”, afferma Bond. “Sono passati 50 anni da quella strage ed è ormai giunta l’ora di guardare in faccia la realtà, studiarla e approfondirla sotto tutti gli aspetti. Il Vajont non è stato solo un disastro, è stato il simbolo di un certo modo di intendere lo sfruttamento delle risorse, di leggerezze e forse di arroganza. E’ una storia da raccontare soprattutto alle giovani generazioni. Il materiale didattico esiste già: penso al film di Martinelli o alla spettacolo di Paolini, che negli anni hanno dato giusta dignità al Vajont e alle sue genti. Recuperiamo fin da subito delle risorse. Basta poco per coltivare la memoria”.

 

 

Share

5 comments
Leave a comment »

  1. Utile come al solito. Ma basta….

  2. egregio sig. bond lei che e’ un esponente di quel partito che ha un Padrone che:”e’ stato il simbolo di un certo modo di intendere lo sfruttamento delle risorse, di leggerezze e forse di arroganza” che hanno impoverito in tutti i sensi questo paese. cosa vuole predicare ? vada dal suo padrone e andate…

  3. In molti Comuni sono state intitolate strade, piazze, scuole alle vittime del Vajont.
    La regione invece celebra il cinquantenario elargendo concessioni per le centraline su ogni acqua che scorre in Provincia.
    Anche oggi la poplazione e le istituzioni locali devono stare zitte perchè la materia è di compentza regionale… (a parte i soliti problemi a gestire le lamentele di quei quattro montanari ingnoranti…)
    Forse tra altri 50 anni in nipote di bond chiederà al nipote di zaia di mettere nei libri di favole la storia di quando a Belluno scoreva l’acqua al posto dell’asfalto della venezia-monaco.

  4. Robe buone solo per farci un comunicato stampa.

  5. ma basta co ste panzane

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.