Monday, 16 September 2019 - 15:04
direttore responsabile Roberto De Nart

Morti sul lavoro: Treviso la provincia con il maggior numero di morti bianche nel Triveneto. Nei primi 7 mesi del 2013 27 vittime nel Nordest, 284 il dato nazionale. La metà delle vittime nel Nordest perde la vita nel settore agricolo

Ago 23rd, 2013 | By | Category: Lavoro, Economia, Turismo, Riflettore

lavoro operaiAncora vittime sul lavoro a Nordest. E i decessi nei primi sette mesi del 2013 arrivano a 27. Ancora con una media di 4 morti al mese. Uno alla settimana.

Questi i dati elaborati nell’ultima indagine dagli esperti dell’Osservatorio Sicurezza sul lavoro di Vega Engineering e nella lettura dei quali il Veneto continua ad indossare la maglia nera (con 18 decessi), seguito dal Friuli Venezia Giulia (5) e dal Trentino Alto Adige (4).
Treviso, la provincia in cui si conta il maggior numero di vittime (4 morti sul lavoro in sette mesi), seguita da Padova, Rovigo e Trento (3), Belluno, Verona, Venezia, Vicenza e Pordenone (2), da Bolzano, Gorizia, Trieste e Udine (1 vittima).

Nel settore agricolo fino a luglio la percentuale delle vittime si rileva in forte aumento (48 per cento contro il 41,7 per cento delle vittime del bilancio del primo semestre); segue il settore delle costruzioni (14,8 per cento delle vittime).
Mentre osservando il tasso di mortalità, la provincia in cui il dato risulta essere più rilevante  a Nordest è Rovigo (28,7, 14sima posizione a livello nazionale).

Il Veneto, invece, rimane ai vertici della graduatoria nazionale per numero di vittime: sesto posto insieme alla Liguria, dopo la Lombardia (37), l’Emilia Romagna (32), la Sicilia (22), il Piemonte (20) e la Campania (19). E sono 284 i lavoratori che hanno perso la vita nei primi sette mesi dell’anno nel nostro Paese.
Per incidenza di mortalità rispetto alla popolazione lavorativa a Nordest, vale a dire il rischio di mortalità, il dato peggiore giunge dal Friuli Venezia Giulia con un indice pari a 9,9, contro una media nazionale di 12,4. Tutti i dati sono disponibili sul sito www.vegaengineering.com.

A Nordest il decesso per schiacciamento avvenuto in seguito alla caduta di oggetti pesanti è la principale causa di morte (33,3 per cento dei casi), seguita dalla caduta dall’alto e dal ribaltamento di un veicolo, mezzo in movimento (14,8 per cento).
Le fasce d’età più colpite a Nordest: quelle che vanno dai 55 ai 64 anni e degli ultrassessantacinquenni.

Statistiche morti sul lavoro – Osservatorio sicurezza lavoro Vega Engineering 31/07/13

Incidenze morti sul lavoro popolazione occupata Province italiane – Osservatorio sicurezza lavoro Vega Engineering 31/07/13

Statistiche morti sul lavoro Triveneto – Osservatorio sicurezza lavoro Vega Engineering 31/07/13

I dati sono disponibili attraverso la pubblicazione mensile sul sito www.vegaengineering.com. Inoltre settimanalmente vengono pubblicate le notizie dei casi rilevanti di Infortuni mortali sul lavoro riportate dalle principali fonti dei mass media sulla pagina facebook www.facebook.com/OsservatorioSicurezzaLavoro.

I dati rilevati riguardano gli incidenti mortali verificatisi in luogo di lavoro ordinario e quindi sono esclusi quelli in itinere e quelli dovuti alla circolazione stradale.

Share

Comments are closed.