Tuesday, 17 September 2019 - 14:32
direttore responsabile Roberto De Nart

Gli interventi di venerdì del Soccorso alpino

Ago 23rd, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

soccorso alpino croda_dantruiles_24_07_13ESCURSIONISTI IN DIFFICOLTÀ IN UN CANALE

Cortina d’Ampezzo (BL), 23-08-13 Tre amici, due ragazzi e una ragazza, T.G., 22 anni, di Milano, F.G., 32 anni, e C.D.A., 20 anni, entrambi di Belluno, pensando di prendere una scorciatoia per uscire dalla Val Travenanzes, hanno iniziato a scendere per un canalino. Quando, però, incapaci di proseguire hanno cercato di tornare sui propri passi, due di loro sono riusciti a risalire un salto di roccia, mentre il terzo è rimasto incrodato. Contattato il 118, è stata inviata l’eliambulanza del Suem di Pieve di Cadore, che, una volta individuati, li ha imbarcati in hovering e tratti in salvo.

Si è invece fortunatamente risolto con l’intervento di due escursionisti di passaggio un altro possibile soccorso all’uscita delle gallerie del Lagazuoi. Lì, infatti, un turista era sceso per sbaglio nella scarpata, per proseguire fuori via verso la Cengia Martini, finchè non era scivolato e si era bloccato, chiamando il 118. Provvidenziale il passaggio degli escursionisti che lo hanno aiutato a rientrare sul sentiero corretto.

 

ESCURSIONISTA SI PERDE IN VALLE OMBRETTA

Rocca Pietore (BL), 23-08-13 Un escursionista, A.V. di Rimini, 39 anni, lasciato il sentiero che attraversa Valle Ombretta, ha risalito le pendici della Marmolada finendo in un punto ripido, incapace di proseguire o tornare indietro. Contattato poco prima delle 16, il 118 ha allertato la Stazione del Soccorso alpino della Val Pettorina, che ha avvertito il gestore del rifugio Falier, soccorritore lui stesso. Partito in direzione di Malga Ombretta, il soccorritore ha iniziato a chiamare a voce l’uomo, finchè non lo ha individuato e raggiunto, sotto la pioggia, 200 metri circa sopra la malga, dove lo ha accompagnato e da dove l’escursionista sarebbe rientrato autonomamente.

 

INTERVENTI IN MONTAGNA

Belluno, 23-08-13 L’elicottero del Suem di Pieve di Cadore è intervenuto in aiuto di M.G., 35 anni, di Villorba (TV), che, uscito dal sentiero in direzione del rifugio Vandelli, sul Sorapiss, non era più in grado di muoversi, incrodato in un tratto ripido del versante. Individuato dall’equipaggio, è stato imbarcato utilizzando un verricello e trasportato a valle. Pronti a intervenire i soccorritori di Cortina. In un bosco di Arabba, invece, D.G., 43 anni, di Livinallongo del Col di Lana (BL), si è infortunato a una gamba sul sentiero dell’Aurona, nei pressi dell’abitato di Crepaz. Rintracciato dall’eliambulanza, è stato recuperato dal tecnico del Soccorso alpino con un verricello, per poi essere accompagnato all’ospedale di Agordo. A Belluno, infine, una squadra di soccorritori, assieme ai vigili del fuoco, ha verificato la segnalazione di un passante allarmato perché aveva sentito delle grida provenire dai Brent de l’Art. La perlustrazione ha dato esito negativo.

 

SCIVOLA SUL PRATO E SI INFORTUNA

San Tomaso Agordino (BL), 23-08-13 Durante una passeggiata con marito e figli non distante dalla frazione di Cianafede, una turista di Ponzano Veneto (TV), D.F., 39 anni, è scivolata in discesa sul prato mettendo male un piede, con conseguente possibile trauma alla caviglia. Raggiunta dai soccorritori della Stazione della Val Biois che le hanno prestato le prime cure, l’infortunata è stata caricata sulla barella e trasportata a piedi per una decina di minuti fino alla strada, dove attendeva l’ambulanza della Croce Verde diretta all’ospedale di Agordo.

 

Share

Comments are closed.