Monday, 16 September 2019 - 14:18
direttore responsabile Roberto De Nart

Multe: arriva lo sconto del 30% per chi paga entro 5 giorni

Ago 19th, 2013 | By | Category: Riflettore, Società, Associazioni, Istituzioni

multaLa Polizia Locale di Belluno è già pronta per adottare le modalità che consentiranno ai cittadini a cui è stata elevata una contravvenzione di beneficiare delle novità introdotte con la legge di conversione del cosiddetto “Decreto del fare“ (decreto legge n.69/2013), in pubblicazione oggi sulla Gazzetta ufficiale e in vigore dal 20 agosto.

Tale norma ha infatti modificato l’articolo 202 del Codice della Strada prevedendo la possibilità per il trasgressore di beneficiare per le violazioni stradali di una riduzione del 30% sull’importo dovuto per le sanzioni amministrative pecuniarie.

Tuttavia, per beneficiare di tale riduzione sono indispensabili due precise condizioni:

il pagamento deve avvenire entro i 5 giorni (anziché entro 60 gg.) successivi alla contestazione o alla notificazione del verbale;

per tale violazione non deve essere prevista – in aggiunta alla sanzione pecuniaria – anche la sanzione accessoria della confisca del veicolo (con relativo sequestro dello stesso) oppure della sospensione della patente di guida (con relativo ritiro del documento).

La possibilità di pagare entro 5 giorni l’importo della contravvenzione decurtato del 30% sarà indicato espressamente dall’agente accertatore nel verbale consegnato sulla strada al momento della contestazione, oppure sarà indicato sul verbale notificato all’intestatario del veicolo.

Anche per le violazioni accertate con il semplice “ preavviso “ lasciato sotto il tergicristallo del veicolo dalla Polizia Locale o dagli Ausiliari del traffico, il pagamento decurtato del 30% è ammesso nei termini e con le modalità indicate sullo stesso preavviso, con il vantaggio di risparmiare le spese di notificazione. Ad esempio, il divieto di sosta è sanzionato con il pagamento di € 41,00 che, con la riduzione del 30%, diminuisce a € 28,70.

Va precisato che la riduzione del 30% non è applicabile alle violazioni diverse da quelle previste dal Codice della Strada, né alle eventuali spese di notificazione (attualmente € 15,00) per le quali non è prevista alcuna riduzione.

Esempi di alcune delle più ricorrenti violazioni del Codice della strada cui e’ applicabile la riduzione del 30%

Accesso non autorizzato in ZTL (art. 7 C.d.S.)

€ 80,00 (pagamento entro 60 giorni)

€ 56,00 (pagamento entro 5 giorni con sanzione ridotta)

Superamento di non oltre 10 Km/H del limite di velocità in ore diurne (art.142 C.d.S.)

€ 41,00

€ 28,70

Superamento di non oltre 10 Km/H del limite di velocità in ore notturne (dalle 22.00 alle 7.00 art. 195 C.d.S.) (art.142 C.d.S.)

€ 54,67

€ 38,27

Sosta vietata con autovettura su marciapiede, attraversamento pedonale o pista ciclabile (art.158 C.d.S)

€ 84,00

€ 58,80

Omesso uso di cinture di sicurezza da parte del conducente o passeggero (art.172 C.d.S.)

€ 80,00

€ 56,00

Uso vietato di telefono cellulare su veicolo (art.173 C.d.S.)

€ 160,00

€ 112,00

 

 

 

Share

2 comments
Leave a comment »

  1. che pacchia con il 30% di sconto, non vedo l’ora di prenderne una!

  2. Mi piacerebbe conoscere le motivazioni hanno portato a questa norma, che a me pare insensata.
    Non è vantaggiosa per chi incassa, che rinuncia al 30% a fronte di una quarantina di giorni di liquidità anticipata.
    Penalizza l’eventuale trasgressore in ristrettezze economiche, che potrebbe essere materialmente impossibilitato a saldare subito.
    Alla fine mi pare che si sia modificata una cosa che andava bene com’era, solo per poter dire che qualcosa s’è “fatto”.