Tuesday, 17 September 2019 - 18:40
direttore responsabile Roberto De Nart

Capocordata vola per 10 metri. Intervento del Soccorso alpino Guardia di Finanza e Soccorso alpino Cortina

Ago 16th, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

soccorso alpino guardia di finanzaLa pattuglia del S.A.G.F. (Soccorso Alpino della Guardia di Finanza) della Stazione di Cortina è intervenuta nel primo pomeriggio di oggi, venerdì 16 agosto, per soccorrere un gruppo di quattro alpinisti, due uomini e due donne della provincia di Vicenza, impegnati nell’ascesa della parete nord-ovest della “Via dei Bolognesi” (Bonatti-Mezzacasa), nel gruppo montuoso de “Lastoi de Formin”.

A quota 2100 circa, il trentunenne vicentino capocordata ha subito un importante trauma facciale cadendo da circa 10 metri, sotto gli occhi degli altri tre compagni di cordata.

Rimasto comunque cosciente, l’uomo è stato immediatamente raggiunto da due finanzieri del S.A.G.F. della Stazione di Cortina d’Ampezzo e da un volontario del C.N.S.A.S. di Cortina d’Ampezzo, i quali hanno provveduto a trasportare in un punto sicuro l’intera comitiva ed assicurare le prime cure mediche l’infortunato. Lo stesso si trova già presso l’ospedale di Treviso per gli approfondimenti del caso.

Anche gli altri tre alpinisti, colti da panico, per precauzione e non potendo più tornare indietro ne proseguire, sono stati veicolati verso un più sicuro trasbordo sull’elicottero e conseguente trasporto a valle.

 

I dettagli dell’intervento

Sono gravi le condizioni di un alpinista vicentino precipitato per una trentina di metri sui Lastoi de Formin. Primo di cordata, N.M., 31 anni, di Montecchio Maggiore (VI) stava scalando la via dei bolognesi con il compagno. Concluso il quarto tiro, si era assicurato in sosta a uno sperone di roccia che all’improvviso si è staccato facendolo volare. Anche la protezione sottostante è uscita dalla roccia e la prontezza di riflessi dell’amico, che ha fatto passare le corde attorno a una sporgenza, ha limitato il volo e impedito che entrambi precipitassero. Scattato l’allarme, l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore ha imbarcato un soccorritore della Stazione di Cortina e un finanziere, sbarcati in parete assieme al tecnico del Soccorso alpino di turno con l’equipaggio a circa 2.400 metri di quota. L’alpinista, che aveva sbattuto ripetutamente sulla parete perdendo conoscenza, aveva poi ripreso i sensi. Recuperato con un verricello di 20 metri dal tecnico del Soccorso alpino, è stato quindi trasportato all’ospedale di Treviso con un sospetto politrauma. I due soccorritori rimasti in parete sono risaliti per una sessantina di metri assieme al compagno e a due alpiniste di un’altra cordata che avevano assistito all’incidente ed erano sotto shock. Raggiunto un punto più comodo per l’avvicinamento, tutti e cinque sono stati successivamente recuperati dall’elicottero con un verricello di 20 metri e trasportati a valle.

 

 

Share

Comments are closed.