Tuesday, 17 September 2019 - 15:07
direttore responsabile Roberto De Nart

Mauro Corona sabato ore 18 all’Alexander Girardi Hall di Cortina d’Ampezzo

Ago 15th, 2013 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Prima Pagina
Mauro Corona, scultore, alpinista, scrittore

Mauro Corona, scultore, alpinista, scrittore

L’alcol, nemico subdolo e accattivante. Dopo anni di bevute colossali – cantati e celebrati anche nei suoi libri – Mauro Corona ora cambia passo. Si guarda indietro con lucidità e con l’atteggiamento di chi sa che nella vita gli è andata bene e sente che è arrivato il momento di mettere in guardia i giovani, perché non prendano con leggerezza, e tantomeno con esaltazione, l’alcol. Corona sarà ospite di Una Montagna di Libri, la rassegna protagonista della stagione letteraria di Cortina d’Ampezzo, sabato 17 agosto 2013, alle ore 18, nell’Alexander Girardi Hall di Cortina. Conduce l’incontro Omar Monestier.

Partendo dalla propria, personalissima esperienza, l’Autore riflette su temi quotidiani e altissimi al tempo stesso, attraverso due dei suoi ultimi libri: Confessioni ultime (Chiarelettere), il diario intimo di “un sognatore”, e Guida poco che devi bere (Mondadori), manuale a uso dei giovani per imparare a bere.

MAURO CORONA (Erto, Pordenone 1950) ha seguito fin da bambino il nonno paterno (intagliatore) in giro per i boschi. Alpinista e arrampicatore fortissimo, ha aperto trecento nuovi itinerari di roccia sulle Dolomiti. Tra le sue opere, Il volo della martora, Le voci del bosco, Finché il cuculo canta, Gocce di resina, La montagna, Nel legno e nella pietra, Aspro e dolce, L’ombra del bastone, Vajont: quelli del dopo, I fantasmi di pietra, Cani, camosci, cuculi (e un corvo), Storia di Neve, Il canto delle manère, La fine del mondo storto (premio Bancarella 2011), Come sasso nella corrente, tutti editi da Mondadori, e di La casa dei sette ponti (Feltrinelli 2012), e Confessioni ultime (Chiarelettere 2013).

I LIBRI.

Guida poco che devi bere (Mondadori). Mauro Corona non si considera un medico, né uno psicologo, né un “indicatore di vie con l’indice puntato”: è sempre lui, uno che ha fucilato la serenità della sua vita con l’alcol, nello specifico il vino. Richiamando i suggerimenti che lui, a sua volta, non ha mai ascoltato, rievocando le memorabili avventure tra i monti di Erto e la valle del Vajont, e le sbronze che hanno tagliato le gambe dei suoi compagni e le sue, Mauro Corona stila un elenco di consigli, anzi, di veri e propri comandamenti. Tenendosi volutamente alla larga da falsi moralismi, ci regala un vademecum agile e spassoso, un augurio irriverente ma saggio: “Bevete e divertitevi, ma non cancellate con l’alcol le vostre tracce”.

Confessioni ultime (Chiarelettere). Pensieri e racconti di vita. Le “Confessioni ultime” di Mauro Corona sono il diario intimo di “un sognatore”. Suoni e basta, le parole hanno perso consistenza, volume, spessore, e con loro la vita. Le Confessioni prendono forma da queste parole ormai vuote. Libertà, silenzio, memoria, corpo, fatica, invidia, orgoglio, competizione, amore, amicizia, dolore, morte, Dio e la fede. Partendo dalla propria, personalissima esperienza, Corona riflette su temi quotidiani e altissimi al tempo stesso.

L’incontro con Mauro Corona è quindi per sabato 17 agosto 2013, alle ore 18, presso l’Alexander Girardi Hall di Cortina d’Ampezzo. Ingresso libero fino a esaurimento posti.

 

 

Share

Comments are closed.