Monday, 16 September 2019 - 14:20
direttore responsabile Roberto De Nart

Giovani talenti e giovani imprese protagonisti accanto ai big all’evento che parte lunedì prossimo a Cortina

Ago 15th, 2013 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Prima Pagina

cortina estateAl via “BelPaese che cambia”, a Cortina il 19, 22 e 26 agosto – Tre incontri su fuga di cervelli e aziende dall’Italia – Oltre ai big partecipano nuove imprese, e un gruppo selezionato di giovani laureati dall’Università Ca’ Foscari/Venezia  con studi e lavoro fra l’Italia e l’estero – Del Torchio (Alitalia): oltre 100.000 gli under 26 di tutta Europa che hanno scelto Alitalia/Saltasù

Il tema “Giovani, merito, innovazione” è protagonista dell’iniziativa “BelPaese che cambia”, tre incontri a Cortina il 19/22/26 agosto prossimi, con una formula innovativa: accanto ai big ci saranno anche loro, i giovani, con le loro testimonianze di studio e lavoro all’estero.

Giovani sempre più all’estero: non è un problema, anzi è un nuovo segno di vivacità, come ricorda Gabriele Del Torchio, amministratore delegato di Alitalia, che interverrà all’incontro del 26:  «Il talento si alimenta con la conoscenza, e viaggiare è sinonimo di conoscenza e di apertura mentale. Concordo con quanto detto recentemente dal Ministro degli Esteri Emma Bonino,  non parliamo di fuga di cervelli ma di movimento di cervelli. I giovani devono potersi muovere con facilità. Confrontarsi con modelli culturali ed economici diversi è un investimento sul futuro del Paese. Alitalia ne è convinta e ha voluto dare un contributo in questo senso lanciando, quest’estate, l’iniziativa SALTASU, dedicata ai ragazzi di tutta Europa minori di 26 anni, che permette loro di viaggiare da e per l’Italia a tariffe davvero concorrenziali: nei primi 70 giorni abbiamo già superato quota 100.000 e con il passa parola l’interesse aumenta ancora. Poi  certo siamo noi, “Sistema Italia”,  a doverci  mantenere attraenti affinché la mobilità dei giovani non sia solo in uscita, cosa che impoverirebbe il nostro Paese, ma anche in entrata.”

E proprio sulla scarsa capacità di attrazione dell’Italia punta il dito il gruppo di giovani, selezionati dall’Università Ca’ Foscari di Venezia, che interverrà agli incontri: tutti infatti evidenziano come all’estero ci sia una diversa mentalità nei confronti dei giovani, oltre a maggiori opportunità, meritocrazia e remunerazione. Una serie di testimonianze che si preannuncia critica, ma con tanta voglia di tornare in Italia per portare un contributo indispensabile al rilancio del Paese.

La manifestazione prende il via lunedì 19 con l’incontro “Giovani e imprenditori all’estero: perché se ne vanno”: ne parleranno Carlo Carraro, Alessandro Riello, Filippo Tognana, Francesco Zago, Matteo Zoppas, e il gruppo di giovani. Moderatrice Monica Rubele, giornalista di Rai Due.

Seguirà , giovedì 22, “Partire e farcela: start-up ieri e oggi”: Andrea Bozzoli, Riccardo Donadon, Alberto Gerli, Mario Moretti Polegato, Jacopo Muzina e Fabio Sattin metteranno a confronto vecchie e nuove esperienze di successo imprenditoriale. Infine, lunedì 26 agosto, all’incontro “Impresa Italia: più spazio al talento” Giangiacomo Bonaldi, Fabio Cerchiai, Gabriele Del Torchio, Matteo Marzotto, Andrea Tomat si confronteranno, sempre con il contributo del gruppo di giovani, sulle iniziative più significative delle imprese per valorizzare le risorse umane di qualità. I due incontri sono moderati da Roberto Papetti, direttore del Gazzettino.

Share

Comments are closed.