Sunday, 15 September 2019 - 18:34
direttore responsabile Roberto De Nart

Alpinista padovano vola per trenta metri alla Punta Tissi. Ora è all’ospedale di Treviso

Ago 3rd, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

soccorso alpino FalcoAlleghe (BL), 03-08-13 Sono gravi le condizioni di un alpinista padovano volato per una trentina di metri mentre con un amico stava scalando lo spigolo Philipp-Flamm alla Punta Tissi, sulla nord ovest della Civetta.

Primo di cordata, C.C., 40 anni, di Padova, è caduto per alcune decine di metri sul decimo tiro della via, sbattendo sulla roccia e finendo incosciente a testa in giù. Fortunatamente  un alpinista, già soccorritore effettivo della Stazione di San Vito, che si trovava più in alto sulla stessa via, si è subito calato per portargli il primo aiuto e sollevarlo.

L’allarme è scattato verso le 9.30 e l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore ha imbarcato il gestore del rifugio Tissi, anch’egli soccorritore, per effettuare un sopralluogo e individuare il punto esatto dell’incidente sulla parete, con numerose cordate presenti in quel momento.

Rintracciati soccorritore e ferito, l’eliambulanza ha avvicinato alla parete, verricellandolo, il tecnico del Soccorso alpino di turno con l’equipaggio, che ha preparato l’infortunato, recuperato poi con un verricello di 30 metri. Trasportato al rifugio Tissi il rocciatore, il medico gli ha prestato immediatamente le cure urgenti. L’uomo è stato infine condotto all’ospedale di Treviso con sospetti politraumi alla testa e al torace. Il soccorritore e il suo compagno di cordata si sono poi calati in corda doppia assieme all’amico dell’infortunato rimasto in sosta.

Share

Comments are closed.