Tuesday, 17 September 2019 - 18:29
direttore responsabile Roberto De Nart

Accorpamento polizia provinciale al Corpo forestale dello Stato. Roger De Menech: “E’ necessario risolvere gli ambiti di sovrapposizione di competenze”

Ago 3rd, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Meteo, natura, ambiente, animali, Riflettore
Roger De Menech, deputato Pd

Roger De Menech, deputato Pd

Il deputato del partito democratico Roger De Menech, commentando il comunicato stampa del Ministero delle Politiche Agricole, ha espresso vivo appezzamento per le parole del ministro De Girolamo rispetto all’ipotesi di far transitare gli agenti delle Polizie Provinciali all’interno del Corpo Forestale dello Stato.

“La questione è oggetto di una mia interrogazione di pochi giorni fa, perché credo fortemente nella necessità di risolvere gli ambiti di sovrapposizione di competenze come quelli esistenti fra Corpo Forestale e Polizie provinciali che, in molti settori, lavorano già insieme”.

La sicurezza ambientale deve essere gestita partendo da livelli di area vasta, il controllo del territorio non può essere frammentato, bene quindi quest’idea di salvaguardare le professionalità delle Polizie Provinciali e nello stesso tempo rafforzare e implementare il Corpo Forestale dello Stato che da sempre opera nel nostro paese.

Sul tema esiste una disponibilità per un lavoro comune dei due Ministri interessati, Nunzia De Girolamo e Graziano Delrio, che insieme al Ministro degli Interni dovranno costruire il percorso che renderà operativa questa idea.

E’ possibile realizzare questa razionalizzazione senza caricare di nuovi oneri le finanze dello Stato, anzi nel medio e lungo periodo emergeranno economie di scala a vantaggio del bilancio e dell’efficienza del servizio di controllo ambientale – conclude De Menech.

 

INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE 5/00758

Atto Camera Interrogazione a risposta in commissione 5-00758 presentato da DE MENECH Roger

co-firmatari BIFFONI, PASTORINO, RICHETTI, FIANO, ZAPPULLA.

testo di Martedì 30 luglio 2013, seduta n. 61

Al Ministro per gli affari regionali e le autonomie, al Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare.

Per sapere

premesso che:

il Consiglio dei ministri, nella seduta del 5 luglio 2013, ha esaminato uno schema di disegno di legge

costituzionale per l’abolizione delle province, su cui deve esprimere un parere la Conferenza unificata;

il riassetto dell’organizzazione territoriale della Repubblica deve prevedere un processo di ordinata e

ragionevole riassegnazione delle funzioni delle Province, secondo i criteri di sussidiarietà,

differenziazione e adeguatezza di cui all’Articolo 118, primo comma, della Costituzione, nonché del

personale delle amministrazioni provinciali, tale in particolare da non disperdere le competenze e

specializzazioni professionali acquisite nel tempo;

secondo una stima dell’Associazione italiana agenti e ufficiali di Polizia provinciale, i corpi di polizia

provinciale contano, nel complesso, su un organico di 2.600 persone, che svolgono significative funzioni

di salvaguardia del territorio, in particolare quello rurale, per assicurare il rispetto della normativa in

materia di tutela dell’ambiente e del patrimonio naturale, della fauna e della flora –:

se il Governo, nell’ambito del processo di revisione costituzionale per l’abolizione delle province,

intenda assumere dei provvedimenti normativi volti a preservare l’unità e le competenze e

specializzazioni professionali dei corpi di polizia provinciale, mediante l’inserimento con mobilità del loro

personale nel Corpo forestale dello Stato ovvero mantenendoli in attività con funzioni di polizia

ambientale in capo alle regioni.

Share

13 comments
Leave a comment »

  1. Ma non difendeva la Provincia DE MENECH?

    Siccome fa parte della polizia provinciale, qualche dubbio ti viene…

  2. Per Berlusca pero’ parlano di conflitto di interesse. Come mai non vale questa volta?

  3. DE Menech è dipendente della Provincia, con speranza di diventare statale.
    Bond è dipendente della Provincia, con speranza di diventare regionale.

  4. Piccoli chiarimenti: seguo la faccenda delle Polizie Provinciali ovviamente perché conosco bene compiti e funzioni, cosa che non è comune a tutti i deputati; l’operazione prescinde dal futuro dell’ente provincia in quanto è dentro una mia proposta di riorganizzazione complessiva del sistema di sicurezza italiano. Possiamo ancora permetterci di avere tutte queste forze di polizia? non è più utile coordinare il tutto ? La riforma dei Provinciali punta all’abolizione di un corpo per inserire di conseguenza gli operatori specializzati in ambiente nel CFS. Specifico che questa proposta NON deve produrre nuovi costi per lo Stato anzi si prevedono dei risparmi, per questo i contratti di lavoro (e gli stipendi) saranno quelli attuali. Il paese ha bisogno di riformare e semplificare tutti i suoi enti, anche il comparto della sicurezza. Come ho sempre dichiarato sono per una Provincia speciale autonoma che però sappia riorganizzarsi e unire gli enti per diventare più efficiente.

  5. Egr. On.le Roger De Menech, ben venga l’accorpamento delle P.P. nel CFS, considerato che entrambi operano prioritariamente, a difesa dell’ambiente e per evitare sovrapposizioni.
    Però questo eventuale accorpamento non deve “bloccare” la proposta del suo collega di partito, l’On.le Rosato, il quale ha proposto la soppressione del CFS per la creazione della Polizia Ambientale, come specialità della Polizia di Stato. Lo stesso di potrebbe fare con la Polizia Penitenziaria, facendola diventare una specialità della PdS.
    Così, con semplici leggi si porterebbe ad una diminuzione delle polizie a livello statale da 5 a 3, con notevole riduzione di costi e maggior semplificazione.

  6. Egr. On.le Menech, sono felice che qualcuno si renda conto della nostra specificità e dell’utilità di farci confluire nel CFS. Spero che tutto ciò si concretizzi e, nel mio piccolo, che possa continuare ad esercitare una professionalità ventennale acquisita nell’ambito della tutela ambientale.

  7. Non è di moda parlare di conservazione delle Province, un giorno un esponente di partito si è messo ad urlare chiudiamo le province sono inutili e dispendiose. Per paura di perdere consenso e voti anche altri politici si sono messi a fare dichiarazioni altrettanto drastiche e populiste. Nessuno di Loro però si è preoccupato di sapere che tipo di servizi fornisce questo Ente. Nessuno si è preoccupato di cosa sarebbe accaduto il giorno dopo e se effettivamente ci sarebbero stati dei risparmi per lo Stato.
    Oggi scopriamo che il personale, la Polizia provinciale come gli uffici tecnici, ecc…, che svolgono funzioni indispensabili, va ricollocato e che i costi non saranno di conseguenza assolutamente ridotti.
    Nessuno parla di sopprimere gli enti inutili che dissanguano lo Stato, ATO, e altre sigle che a migliaia svolgono funzioni spesso indefinite.
    La Polizia prov.le ha compiti specifici ben diversi dal CFS, legata direttamente agli uffici faunistici-venatori e ambientali delle province, è il braccio “armato” che fa rispettare le disposizioni provinciali.
    Sicuramente la soppressione della polizia prov.le e il passaggio con il CFS ed il conseguente scollamento degli ex agenti provinciali dagli Uffici faunistici e ambientali, non gioverà alla tutela della fauna e dell’ambiente. Il CFS non ha lo stesso rapporto con i cittadini, con il mondo venatorio e ambientale, gli appartenenti alla polizia prov.le sono per la stragrande maggioranza nati e cresciuti nella provincia dove svolgono il servizio.

  8. secondo me meglio che lavorare con la provincia con compiti limitati e possibilmente senza pestare i calli al potentello di turno come succede nel mio ente o passare ad un comunello a fare il portacoda ai vigili urbani ,se devo fare il portacoda a qlc preferisco farlo con la forestale ..e poi è logico , le ocmpetenze sono simili ..sinceramente mi pare il minimo da fare …..

  9. credo che far transitare la Polizia provinciale nel CFS sia l’unica cosa da fare, perchè in assenza della Provincia, ente costituzionale esistente dal 1861, gli agenti e gli ufficiali di Polizia provinciale potrebbero trovarsi senza poteri e senza riferimenti, in quanto non sarebbero più le “guardie delle province” (art. 57 cpp), ma un’altra cosa o peggio, più nulla. Tutto questo per non disperdere preziose professionalità , che si sono formate in decenni e decenni di quotidiano servizio, volte a risolvere gli innumerevoli problemi dell’ambiente e dei cittadini. Dall’altro, il CFS ne trarrebbe solo vantaggio inserendo 2600 unità tra ufficiali ed agenti già formati ed esperti in ogni campo ambientale, soprattutto in quello faunistico venatorio.
    Ma come come spesso accade in Italia, i nostri politici troveranno il modo di fare LA COSA PEGGIORE e quindi aspettiamoci di tutto!
    Una delusione, mi dispiace dirlo, ma viene dal mondo degli ambientalisti, di ogni categoria, pronti ad impugnare qualsiasi cosa in difesa dell’animale o dell’ambiente ma per questo problema non ho visto ancora una presa di posizione chiara e netta.

  10. Egr. On. Roger De Menech

    Il Sottoscritto Maurizio Tarantino in qualità di Assistente capo della Polizia Provinciale plaude all’interrogazione da Lei formulata al Ministro On. Nunzia De Girolamo, ma con senso del dovere con forte attaccamento al servizio espletato nei servizi di Polizia Provinciale ti chiedo a nome personale nonchè di tutti i miei colleghi di far sviluppare subito un disegno di Legge che permetta con la massima celerità il Ns. passaggio al Corpo Forestale dello Stato, considerato che ci accomunano diversi servizi e pertanto a tutela del territorio e della fauna diventa indispensabile l’accorpamento.

    In attesa di un tuto interessamento ti chiedo di avere novità in merito contattandomi al proprio cellulare
    N. 348 4529218 oppure tramite indirizzo e-mail : tarantino67.m@libero.it

    Distinti Saluti
    Cosenza li 19.09.2013 A.C. Maurizio Tarantino

  11. Egr. On. Roger De Menech

    Il Sottoscritto Maurizio Tarantino in qualità di Assistente capo della Polizia Provinciale plaude all’interrogazione da Lei formulata al Ministro On. Nunzia De Girolamo, ma con senso del dovere con forte attaccamento al servizio espletato nei servizi di Polizia Provinciale ti chiedo a nome personale nonchè di tutti i miei colleghi di far sviluppare subito un disegno di Legge che permetta con la massima celerità il Ns. passaggio al Corpo Forestale dello Stato, considerato che ci accomunano diversi servizi e pertanto a tutela del territorio e della fauna diventa indispensabile l’accorpamento.

    In attesa di un tuo interessamento ti chiedo di avere novità in merito contattandomi al proprio cellulare
    N. 348 4529218 oppure tramite indirizzo e-mail : tarantino67.m@libero.it

    Distinti Saluti
    Cosenza li 19.09.2013 A.C. Maurizio Tarantino

  12. Egr. On. Roger De Menech

    Sono un Ass della Polizia Provinciale di Bologna le chiedevo se la sua proposta sarà attuata.

    Saluti Ass Ghedini

  13. Egr. on. De Menech

    sono un ispettore del CFVA della Regine Sardegna, mi chiedo se avete un progetto anche per noi forestali regionali delle regioni a statuto speciale e, nel caso un progetto fose in cantiere, gradirei sapere se ci sarà data l’opzione di transistare al Corpo Forestale dello Stato, posto che la nostra formazione è stata fatta nelle Scuole del CFS al quale ci sentiamo, con orgoglio, assimilati.