Monday, 21 October 2019 - 05:41
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Sanità. Incontro a Venezia tra il sindaco di Belluno Massaro, il consigliere regionale Bond e il segretario generale Mantoan. Massaro e Bond: “Rafforzare l’Hub e l’emergenza nell’Agordino”

Lug 31st, 2013 | By | Category: Prima Pagina, Sanità

Jacopo MassaroDa un lato, rafforzare l’hub provinciale, valorizzando le eccellenze, dall’altro, garantire la piena operatività dell’emergenza in Agordino. Sono questi i due punti cruciali affrontati a Venezia dal sindaco di Belluno e presidente della Conferenza dei sindaci dell’Uls 1 Jacopo Massaro che ha incontrato il segretario generale della sanità Domenico Mantoan. A promuovere il tavolo di approfondimento è stato il capogruppo del Pdl in Consiglio regionale Dario Bond che ha garantito al primo cittadino il massimo sostegno in vista dell’approvazione in V Commissione delle schede ospedaliere presentate nel giugno scorso.

L’incontro si è tenuto a palazzo Ferro-Fini, sede del Consiglio regionale del Veneto, e ha consentito al sindaco di illustrare le sue proposte sul nuovo assetto sanitario dell’Usl 1.

L’EMERGENZA IN AGORDINO. Il sindaco di Belluno ha subito evidenziato al segretario Mantoan l’esigenza di rafforzare l’emergenza nel territorio agordino con l’estensione dell’automedica nelle ore notturne, così come già prevista dalle schede ospedaliere per il restante territorio dell’Usl 1.

“Si tratta di uniformare il servizio a tutta la realtà dell’Uls 1, dal Cadore all’Agordino”, ha spiegato Massaro, trovando piena condivisione da parte di Bond. “L’emergenza deve essere garantita sempre e comunque, senza creare differenze di trattamento tra cittadini della stessa Uls”, ha sottolineato il consigliere regionale.

Oltre all’emergenza, Massaro e Bond hanno concordato su un altro apetto: quello di individuare un ospedale di comunità per l’Agordino e integrare così la rete socio-sanitaria del comprensorio.

VALORIZZARE L’HUB. Massaro si è poi soffermato sulla necessità di garantire piena operatività all’ospedale hub di Belluno: “Il riconoscimento dell’ospedale del capoluogo come hub è un passaggio importante, ma proprio per questo è necessario assicurare e preservare i servizi di eccellenza”, ha detto il sindaco. “E’ il caso del mantenimento dell’apicalità della radioterapia e del via libera a nuovi posti letto nel reparto di pneumologia, destinati sia agli acuti sia alla riabilitazione respiratoria”. Sulla falsariga Bond: “La Pneumologia di Belluno è una eccellenza da rilanciare e rendere più competitiva”.

Sul tavolo anche il mantenimento del primariato della dermatologia.

ADESSO IN V COMMISSIONE. “Quelle di Massaro sono richieste di buon senso e che sento di condividere. Sono certo che il dottor Mantoan saprà trovare una soluzione a queste criticità”, afferma il capogruppo del Popolo della Libertà. “Va detto che con le schede ospedaliere la sanità bellunese è uscita vincente, ma ci sono i margini per dare ai cittadini della montagna servizi migliori. La discussione finale in V Commissione Sanità è prevista per settembre. Se il territorio è compatto – al di là degli steccati partitici – allora potremo avere nuovi buoni risultati”.

 

Share

8 comments
Leave a comment »

  1. Balle. Tutti andranno a Treviso per le urgenze.

  2. Finalmente è arrivato il tanto atteso microcogeneratore della VW distribuito e commercializzato in esclusiva in Italia dalla Ranieri Tonissi SPA http://www.tonissi.com
    Per info: Martelli 3490543745

    Scusate il commento pubblicitario ma speravo potesse essere inerente alla riduzione dei costi se montato al San Martino.
    Dovrebbe costare intorno ai 5 mila euro e produrre energia elettrica dal metano , creando un notevole risparmio sulla bolletta.
    Credo proprio che 1 solo eco-blue riesca a coprire il fabbisogno energetico dell’intero ospedale e adirittura a rivendere l’energia elettrica in sovrappiu.
    Ha un motore Volksvagen a metano , consuma poco e produce tanta energia elettrica.
    Dicono che mille di questi aggeggini producano la stessa energia di una centrale nucleare.

    Magari anche su edifici pubblici potrebbe essere buona , magari proprio per il piano energetico delle scuole che è in discussione con il gruppo di lavoro Giannone.

  3. Scusate , errata corrige nel commento precedente , 100 mila eco-blue producono come una central nucleare.
    Vi lascio questo video che feci qualche anno fa quando cominciò in germania la sperimentazione su interi quartieri :
    http://www.youtube.com/watch?v=SXBSExhhj3Q

  4. P.P.S.
    Il nevegal non è quel paese , mandate Terna a quel paese.

  5. Preparate la vasellina.

  6. Mamma mia……

  7. Siamo alla …..

  8. Anzi nella….