Tuesday, 15 October 2019 - 09:14
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Consiglio regionale convocato martedì su referendum indipendenza veneta. Giorgetti: “Non parteciperò”

Lug 29th, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore

massimo-giorgetti“Non parteciperò al Consiglio regionale convocato per domani, 30 luglio, con all’ordine del giorno il referendum consultivo sull’indipendenza del Veneto: sarò come sempre nel mio ufficio, a lavorare per dare risposte ai problemi dei nostri cittadini”. Lo anticipa l’assessore regionale ai lavori pubblici, energia e polizia locale Massimo Giorgetti, che spiega i motivi della sua decisione.

“Mi rendo conto che per il presidente del Consiglio regionale questa convocazione è un atto dovuto – afferma – ma mi domando che senso abbia dibattere sulla fattibilità di un simile referendum, in un momento di pesante difficoltà economica che attanaglia tutti. Resto convinto che il tema avrebbe avuto comunque più peso se fosse stato in qualche modo inserito nel nuovo Statuto del Veneto. Un referendum del genere quanto costa e a chi e a cosa serve?”

“Potrei anche aggiungere chiedendo ai promotori che cosa significa indipendenza del Veneto: nazione autonoma? Dentro o fuori l’Europa? Per fare che? Dove ci porta un percorso del genere? Solo sulle pagine dei giornali?”.

“Mi sarebbe piuttosto piaciuto leggere una convocazione del Consiglio – conclude Giorgetti – per affrontare la nuova legge sulle Ater, o quella sulla Polizia Urbana. Capisco che domani non se ne parlerà e che i veneti dovranno ancora attendere per vederle approvate”.

 

 

 

 

 

 

 

 

Share

One comment
Leave a comment »

  1. Il sig. Giorgetti non condivide, lecitamente, l’idea indipendentista.
    Tuttavia usa in modo fuorviante i quesiti e questo è quantomeno demagogico.
    Il consiglio è convocato per approvare l’ipotesi referendaria su base assolutamente REGOLAMENTARE.
    A cosa serva, quanto costi, per fare che, dentro o fuori dall’Europa… le risposte le trova in indipendenzaveneta.net.
    Circa poi i desideri del sig. Giorgetti: organizzi il consenso e la convergenza sugli argomenti a lui cari, lavori come dichiara autoreferenzialmente di fare e su base regolamentare avrà diritto di far deliberare il consiglio!