Monday, 21 October 2019 - 04:33
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Mezz’ora di lavoro in più gratis dai lavoratori della Joint& WElding di Sedico. il plauso dell’assessore regionale Donazzan: “Belluno è terra di grandi lavoratori”

Lug 19th, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Lavoro, Economia, Turismo, Prima Pagina
Elena Donazzan

Elena Donazzan

Plauso dell’Assessore regionale al lavoro Elena Donazzan ai lavoratori della Joint & Welding di Sedico (Belluno) che hanno deciso di lavorare gratis mezz’ora in più al giorno per aiutare l’azienda che “sta cercando di far fronte con le proprie forze a una situazione, ormai prolungata, di crisi”. “Avete accolto la sfida di “dare di più” alla Vostra realtà produttiva – scrive Donazzan in una lettera inviata all’imprenditore Eddi Dalla Rosa e alle maestranze – un gesto importante, significativo. Una decisione che nasce dalla consapevolezza che il cambiamento parte dall’impegno e dalla responsabilità di ogni singolo individuo. Questo avviene in ogni ambiente sociale, ma nel mondo lavorativo è la motivazione che determina la competitività di un’azienda. Qui in Veneto il nostro tessuto socio-economico si è sviluppato, soprattutto nel secondo dopoguerra, partendo dalla straordinaria intuizione di imprenditori che hanno sempre coinvolto i propri lavoratori nelle scelte aziendali. Nello stesso tempo – ricorda l’Assessore veneta – i dipendenti hanno sempre creduto nell’importanza del lavoro come crescita di una comunità e non solo come elemento individualistico. Una dimensione diretta e una cooperazione tra titolari e collaboratori che ha favorito anche una cultura imprenditoriale diffusa. Infatti, non è raro trovare nelle nostre realtà produttive imprenditori affermati che, all’inizio del loro percorso lavorativo, erano operai o comunque dipendenti di altri imprenditori. Oggi dobbiamo recuperare questo spirito collaborativo all’interno delle nostre aziende – sottolinea Donazzan – nella convinzione che il contributo del singolo, se sommato all’impegno degli altri, diventa elemento determinante per ridare speranza e fiducia nel futuro.

Sicuramente questo concetto è ben presente nell’operato del titolare sig. Eddi Dalla Rosa che, nel caso della J&W, ha voluto far partecipare i propri lavoratori alle scelte difficili che oggi un’azienda deve adottare dimostrando di essere parte di un gruppo e non solo l’unico decisore. Per questa capacità di condivisione, unita alla serietà di un imprenditore rispettoso della dignità dei propri collaboratori, esprimo la mia vicinanza e stima.

La Vostra scelta – conclude l’Assessore – evidenzia ancora una volta come Belluno è terra di grandi lavoratori attaccati alle proprie imprese e capaci di lanciare sfide ambiziose. Auspico che il Vostro operato possa essere preso ad esempio per altre realtà”.

 

Share

One comment
Leave a comment »

  1. Magari di esempio anche per i nostri assessori e consiglieri regionali che pontificano dall’alto dei loro 12.000 € e passa al mese. E non mi si dica che questo è populismo; se chi sta ai vertici dà l’esempio, chi sta sotto sarà spronato a seguirlo e ad accettare di buon grado i sacrifici. O devono pagare sempre gli stessi?