Wednesday, 24 July 2019 - 00:18

L’onorevole D’Incà del Movimento 5 Stelle, restituisce 13mila euro. Complessivamente i deputati grillini hanno rinunciato a oltre 1 milione e mezzo di euro confluito nel Fondo ammortamento del debito pubblico

Lug 10th, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina
Federico D'Incà

Federico D’Incà

Esempio. È questa la parola che Federico D’Incà, deputato del MoVimento 5 Stelle, usa per definire un numero a sette cifre: 1.569.951,48 di euro.

Si tratta della somma restituita al Fondo ammortamento del debito pubblico da parte di tutti i deputati e senatori del MoVimento 5 Stelle. Tale cifra è stata risparmiata dallo stipendio dei 156 parlamentari del M5S nei soli primi due mesi e mezzo di legislatura. “Ma la cosa importante è che questo risparmio contribuirà a ridurre il debito pubblico italiano che grava su tutti i cittadini e che cresce costantemente.” dichiara D’Incà.

“Personalmente la mia parte restituita è di 13.111,00 € di cui con orgoglio posso dimostrarne la veridicità attraverso i bonifici bancari che dal mio conto di Banca Etica sono stati restituiti agli italiani.”

L’auspicio di questa mossa, che da sola non può di certo sopperire al problema del debito pubblico, ma che deve comunque essere l’inizio di una buona prassi, venga presa ad esempio anche dai politici degli altri partirti. “Quello che adesso vorrei” continua il deputato “è che i cittadini Bellunesi e Veneti chiedano a gran voce le retribuzioni di tutti i politici: sia di quelli direttamente impegnati in cariche elettive, sia di tutti quelli parcheggiati e pagati profumatamente in società pubbliche”.

Fondamentale è che in politica, ed in generale nelle cariche istituzionali, si prenda coscienza del fatto che ognuno può, e soprattutto deve, contribuire al rilancio del Paese rinunciando a guadagni troppo elevati e spesso ingiustificati. Una rinuncia che nel tempo può diventare una boccata d’ossigeno per il debito pubblico e soprattutto l’inizio di una nuova fase politica. Il MoVimento Cinque Stelle ha dimostrato, con quasi 1.600.000,00 € in appena tre mesi, che cambiare si può.

 

Share

5 comments
Leave a comment »

  1. E fatto una minchia per Belluno. I nostri sentiti complimenti.

  2. Se Federico D’Inca’secondo Francesco non ha fatto nulla si vada a vedere le interrogazioni e le proposte fatte come cofirmatario in parlamento, se qualcuno non ha fatto nulla e’lei che continua a delegare agli altri lamentandosi continuamente. Prima di criticare la invito ad alzare il culo dalla sedia e fare come tutti gli attivisti del M5S, poi ne parliamo distinti saluti Marengon Adriano

  3. “Noblesse oblige” da parte di tutti. Non si può moderare i toni?

  4. 13.111€ sono quanto entra in tasca mediamente ad un operaio in un anno e con quelli deve pagare le bollette della luce, del gas, del telefono, le spese per la scuole dei figli, deve vivere, vestirsi, probabilmente mantenere l’auto per andare al lavoro con assicurazione, benzina, manutenzione, tasse per immondizie, casa, ecc. ecc.
    se il deputato D’incà in quattro mesi ha restituito quella cifra, sarebbe interessante sapere quanto gli è rimasto comunque in tasca detratti i 13.111 €.

  5. Questa cifra restituita e’nei primi 2 mesi e mezzo e non nei 4 mesi di seguito un dettaglio
    Federico D’incà (Movimento 5 Stelle) restituisce e risparmia 8.712,16 euro in 1 mese e mezzo!

    BELLUNO 18 MAGGIO 2013 – “Sii il cambiamento che vuoi vedere nel Mondo” scriveva Gandhi. Latrasparenza, la coerenza e la sobrietà prima di tutto. Come sottoscritto e promesso in campagna elettorale, il cittadino portavoce del Movimento 5 Stelle Federico D’Incà (Camera) presenta il primo resoconto su stipendi e diarie.In totale per il periodo 15 marzo-30 aprile 2013 Federico D’Incà restituirà tra risparmi allo Stato e donazioni al fondo di solidarità 8.712,16  euroI RESOCONTIINDENNITÀ PARLAMENTARE: RISPARMIO 2.753,63 EURO  – Nel suo primo mese e mezzo di mandato Federico D’Incà ha ricevuto una indennità da parlamentare totale di 7.688,63 euro. Di questa ha messo da parte per la restituzione 2.753,63 euro. Trattenendo per sé 4.935,00 euro (pari a 5.000 lordi mensili al netto dell’IRPEF e delle addizionali regionali e comunali). Inoltre la quota di 1.202,35 euro per il trattamento di fine mandato, a fine legislatura verrà restituita come impegno sottoscritto con gli elettori.DIARIA, SPESE RELATIVE A RIMBORSO DELLE SPESE DI MANDATO, SPESE DI TRASPORTO E VIAGGIO, SPESE TELEFONICHE: RISPARMIO DA RESTITUIRE 4.756,18 euroDETTAGLIO DIARIA SPESE RELATIVE – Degli 11.784,06 euro a disposizione per diaria e spese in questi primi mesi ha avuto le seguenti spese. Per alloggio, vitto e spese di trasporto locale tra il 15 marzo e 30 aprile 2.244,17 euro. Per acquisto di strumenti informatici quali computer, custodie, antivirus e licenze office per il mandato 1.216,73  euro (tutte spese autorizzate per esercizio di mandato). In trasporti e viaggi di lunga percorrenza 855,78. Spese telefoniche 140 euro (dal 10 maggio è stato stipulato un contratto telefonico con compagnia telefonica del valore di 53 euro mese). Altre spese per l’esercizio del mandato 771,2. Le spese di collaborazione parlamentare in questo primo mese e mezzo di mandato sono state di 1.800,00 euro. Il totale delle spese rendicontate sostenute è pari a 7.027,88 euro. La restituzione della parte della diaria per questo periodo di tempo sarà quindi pari a 4.756,18 euro.TOTALE RISPARMIO: 8.712,16  euro – E’ questa in totale la somma delle quattro voci di risparmio e restituzione così composte: 2.753,63 da indennità parlamentare, 4.756,18 di restituzione diaria e spese su rimborsi e 1.202,35 euro di fondo trattamento fine rapporto che verrà restituito a fine mandato e non percepito.  Invitiamo tutti gli altri parlamentari bellunesi a fornire mensilmente i dettagli di ogni spesa e mettere in campo gli  stessi risparmi attuati dai parlamentari del Movimento 5 Stelle. TOTALE RISPARMI MOVIMENTO 5 STELLE IN PARLAMENTO10 MILIONI ANNO  + 42 MLN DA  RIFIUTO RIMBORSI ELETTORALI PER QUESTA LEGISLATURA42 milioni di euro di rimborsi elettorali rifiutati alle ultime elezioni politiche5 milioni di euro l’anno derivanti dal dimezzamento dell’indennità parlamentare*3,5 milioni di euro l’anno derivanti dalla rinuncia alle spese generali aggiuntive (telefoni, taxi etc)**1,6 milioni di euro l’anno derivanti dalla rinuncia all’indennità di fine mandato***175mila euro l’anno derivanti dalla rinuncia alle indennità di carica dei presidenti, dei vicepresidenti e dei questori****+ Quello che resta dalla rendicontazione della diaria/spese di ogni parlamentare.TOTALE STIMA ESCLUSA RESTITUZIONI DIARIA DA RENDICONTAZIONE: 52,275 MLN EURO di cui 42 da rifiuto rimborsi.*Quota restituzione media calcolata per 163 parlamentari per 12 mensilità.**Quota media rinuncia indennità accessorie al netto spese per 163 parlamentari e 12 mensilità.***Quota media calcolando quota mensile versata e dato che indennità è pari a 80% dell’indennità parlamentare.****Vice presidente Camera e Questore Senato eletti rinunciano a indennità aggiuntiva mensile di carica di 3.112 euro. Questore inoltre rinuncia ad appartamento Questore. Entrambi rinunciano ad auto blu. Rinunciano ad indennità aggiuntiva di carica anche i 19 parlamentari M5S eletti vice presidenti di Commissioni eletti (555 euro mese) e 22 segretari (277 euro mese).TOTALE RISPARMIO di 14 parlamentari M5S Veneto in 1 mese e mezzo (marzo-aprile): circa 140.000 euro (una parte di questi è del TFR che verrà restituito circa 14.000 euro accantonati in 1 mese e mezzo). Nel primo mese e mezzo hanno risparmiato e rinunciato a circa125.000 euro che andranno in fondi di solidarietà e altri 14.000 di trattamento fine rapporto restituito a fine mandato.
    Ora andate a chiedere anche agli altri parlamentari bellunesi se hanno rinunciato qualcosa e se il loro partito ha rinunciato ai rimborsi elettorali come il M5S ben 42 milioni di euro
    Dovreste andare fieri tutti di questi cittadini eletti in Parlamento solo per l’esempio che stanno dando di COERENZA e ONESTA’nei confronti del popolo dell’Italia intera e di tutto cio’che stanno facendo in Parlamento anche se nessuno ne parla tranne la rete dove potete trovare tutti gli interventi in aula e i risultati portati a casa e un giorno li ringrazierete si spera! !!!!