Wednesday, 17 July 2019 - 00:34

Un governo fortemente impegnato nel non cambiare nulla

Lug 5th, 2013 | By | Category: Lettere Opinioni, Prima Pagina

Il governo Berluschetta naviga da parecchio. Connessione poca ci pare, ma almeno c’e’ la banda larga. La genesi va ricordata, Berlusconi quasi/sconfitto alle politiche in poche settimane ne diventa il vero vincitore. Sopratutto grazie all’aiuto insperato (…) di un audace manipolo di siluratori democratici, circa 101.

Eliminato quindi Prodi andiamo al seguito, un esecutivo ampiamente controllato proprio da Berlusconi. Mentre per il PD, a parte qualche rogna e una crisi di nervi epocale, resta solo la soddisfazione d’essere un modello di spirito di servizio. Eccellente risultato che rischia pero’ di essere frainteso. Il resto e’ attualita’, un governo fortemente impegnato nel non cambiare nulla, neppure la legge elettorale. Totalmente allineato con l’opera di macelleria economica e sociale di Mario Monti. Un governo che sa solo tassare e deprimere, e che di fronte all’evidenza persevera nella folle idea di aumentare l’IVA. Mentre nel frattempo, ottima certificazione degli equilibri in campo, una decisione bipartisan della P35 decide di non interrompere l’acquisto dei caccia F2.

Qualche errore?

Il risultato non cambia, un mare di miliardi che andrebbero riversati su famiglie ed imprese vengono sprecati per ragioni di scambio. Da cui la domanda di rito, e’ il PD che aiuta Silvio o viceversa?

Sintetizzando ci ritroviamo  un “Governo di Attesa Nazionale”, l’espressione chiara di una politica che aspetta tempi migliori per non cambiare. Berlusconi ha bisogno di tempo, deve ricostruire un “oggetto” politico. E sa che solo l’essere quasi/premier gli fornisce un parziale salvacondotto. Il PD, diversamente, necessita di tempo per non sparire o riprodursi. E nonostante i recenti successi l’ipotesi “album di figurine” aleggia spettrale. Monti malinconico deve trovare il tempo per riuscire a cavarsela, oggi vale circa come i Comunisti Italiani (scusa Karl…veniva bene). Poi Grillo, fino ad ora solo casino normale/letale da riunione di condominio. Anche lui spera di risalire, e poi potrebbe apparire qualche menata utilizzabile, magari un complotto mondiale contro i comici, oppure nuove profezie di Casaleggio sui forni a microonde, o forse la seconda serie della soap “Espulsioni stellari”.

Ma ci vuole pazienza.

E per concludere la Lega che inizia a capire di non avere piu’ tempo, la libreria dei cartoni animati e’ ormai agli sgoccioli. E’ un casino totale, hanno tutti assoluto bisogno di fermarsi e riflettere.

E per quanto riguarda la fame dei comuni mortali?

Tranquilli, c’e’ tempo.

 

Max Fiabane

Moreno Barbieri

Luca Sommavilla

 

 

 

 

Share

2 comments
Leave a comment »

  1. Si chiama “discutere”, anche se so che dalle tue parti e’ una prassi che non va molto di moda.

  2. Parlando di profezie. Gli onorevoli grillini fino ad ora hanno parlato solo di restituire parte degli stipendi, sarebbe bello sapere cosa ne faranno delle ricche pensioni e delle indennita’ di fine mandato. Strana dimenticanza.