Thursday, 5 December 2019 - 19:00
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Pronuncia della Corte. Ghezze: “Belluno merita una forte guida politica”. Bond: “Subito elezioni”

Lug 4th, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina
Stefano Ghezze

Stefano Ghezze

“L’incertezza ci stava condannando all’immobilismo. Il Bellunese merita una forte guida politica”. A dirlo – all’indomani della sentenza della Corte Costituzionale che ha bocciato la riforma sulle Province – è il coordinatore del Pdl provinciale Stefano Ghezze. “A questo punto, dobbiamo chiedere nuove elezioni”, afferma Ghezze.

“Il Pdl ha sempre sostenuto l’esigenza di riformare gli enti e il loro numero – all’insegna dei principi di efficienza e risparmio – ma non ha mai messo in discussione il ruolo dell’ente Provincia di Belluno ben consapevole della necessità di un forte coordinamento tra le tante valli del nostro territorio”.

“Quella di oggi è una giornata importante perchè proprio da oggi possiamo ripartire per approntare una nuova strategia per Belluno, cominciando dall’attuazione e dall’applicazione della specificità prevista dallo Statuto regionale. Ricordo che una materia come il turismo sarà presto trasferita in toto e che dovremo farci trovare pronti”.

 

 

Dario Bond

Dario Bond

“Finalmente la sentenza della Corte Costituzionale fa chiarezza su un nodo controverso, adesso il Ministro degli Interni Alfano deve indire al più presto nuove elezioni, a cominciare dagli enti commissariati”. A dirlo dopo la pronuncia della Consulta che ha dichiarato incostituzionale la riforma sulle Province è il consigliere regionale Dario Bond (Pdl).

“Dobbiamo dare un governo ai nostri territori, anche alla luce delle nuove competenze che sono state trasferite alle Province. Nel caso di Belluno, mi riferisco soprattutto all’articolo 15 del nuovo Statuto regionale del Veneto che ha riconosciuto all’Ente Provincia la tanto agognata specificità”.

“Mi auguro che la tornata elettorale possa essere già indetta per il prossimo autunno, in particolare a Belluno, dove l’attuale commissariamento non s’ha più da fare”, conclude Bond.

 

Share

6 comments
Leave a comment »

  1. Non hanno fatto niente fin’ora per la provincia (il PDL nazionale non vuole l’eliminazione, scusate?) ed adesso si candidano.

    RI DI CO LI.

  2. Questi due personaggi, in compagnia di altri, devono solo stare zitti e non appropriarsi di meriti altrui.
    Interpellati a più riprese per far massa critica nella richiesta di nuove elezioni, mai si sono resi disponibili al colloquio. Di Bond in particolare ricordo il commento, sul proprio concorso economico, all’inizio della manifestazione del 24 ottobre scorso per la salvezza della provincia:” Soldi spesi male”.
    Daltronde sono tra i maggiori colpevoli dell’affossamento della passata giunta provinciale.
    I Bellunesi non devono più mettere nel dimenticatoio il loro comportamanto.

  3. Che spettacolo. Piú volte sollecitati mai intervenuti a difesa della Procibcia. E adesso pronti a salire sul carro. Con Reolon fanno proprio un bel trio.

  4. Che falsi questi del PDL: fino a ieri volevano togliere la nostra provincia. Ora si candidano. Che livello pietoso…

  5. Incredibili questi, ma non volevano eliminare tutto? dobbiamo mandarli a lavorare il prima possibile!

  6. Ghezze: “Belluno merita una forte guida politica”.
    Voi avete frainteso! con questa frase Ghezze si auto esclude dalle prossime elezioni provinciali, grande coraggio politico! Ora Tocca al suo collega Reolon!