Wednesday, 22 August 2018 - 05:42

Acc Mel. D’Incà: ” Solo la solidarietà collettiva potrà salvarci da questa crisi”

Giu 21st, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Lavoro Economia Turismo, Riflettore
Federico D'Incà

Federico D’Incà

Delusione. È questo il sentimento che prevale secondo il parlamentare Federico D’Incà del Movimento 5 Stelle, dopo la manifestazione di sabato 15 giugno presso la rotonda di Busche. Si trattava di un’occupazione della sede stradale provinciale voluta per dimostrare la ferma volontà dei lavoratori, della politica, dei sindacati e cittadini di salvaguardare l’azienda ACC Compressors S.p.A di Mel.

“Delusione legata alla pochezza numerica dei partecipanti” spiega il neo deputato “appena 200 persone e di queste togliendo i politici, i giornalisti, i sindacalisti e un gruppo della Costan, restavano sì e no un centinaio di lavoratori che avevano portato i figli”. Le aspettative della manifestazione, prosegue D’Incà, dovevano sperare in ben altri numeri: “Mi aspettavo tutti gli oltre 600 lavoratori dell’ACC e tutte le loro famiglie, tutta la Ceramica Dolomite e tutti i lavoratori delle altre aziende in difficoltà del territorio bellunese. Mi aspettavo che la gente scendesse dalle auto e si unisse per tutto il tempo necessario a dimostrare l’importanza di proteggere il tessuto produttivo e industriale bellunese. Invece ho sentito automobilisti arrabbiati che dovevano andare a preparare il pranzo, che gridavano di andare a lavorare. Futuri poveri contro prossimi poveri.”

Queste parole, che possono sembrare dure ed irritanti, vengono pronunciate con l’intento di “risvegliare il senso profondo di comunità che in questo momento deve spingere ogni bellunese, ogni veneto, ogni cittadino italiano ad impegnarsi nella partecipazione alla vita sociale.”

Solo la solidarietà collettiva, la condivisione degli obiettivi fondamentali, come la salvezza del tessuto produttivo, potrà salvarci da questa crisi, conclude Federico D’Incà.

 

 

 

Share

17 comments
Leave a comment »

  1. “Invece ho sentito automobilisti arrabbiati […] che gridavano di andare a lavorare”: che lo gridassero a D’Incà?!

  2. In un periodo difficile come di questi tempi il sig. Lino non trova nulla di meglio che ironizzare su D’Inca’di cui non conosce nulla tantomeno l’operato di questi 3 mesi in Parlamento piuttosto che concentrare il suo commento su un tema importante come il lavoro, questa si che e’ TRISTEZZA! !!!!!!!

  3. Caro Adriano, se io compro un pc lo scontrino lo conservo solo per la garanzia, non per il rimborso. Non sono io che devo informarmi sull’operato di D’Incà ma è D’Incà che deve informare i bellunesi sul suo operato.

  4. Per esempio D’Incà potrebbe dire ai bellunesi, e quindi anche il sottoscritto, se è vero che ha presentato alla Camera, come cofirmatario, una proposta di legge costituzionale in materia di abolizione delle province… Se fosse vero, i bellunesi dovrebbero ringraziarlo?

  5. Ops! … e quindi anche al sottoscritto! Chiedo venia per la svista!

  6. Per saperne di piu’sull’operato puo’consultare http://www.federicodinca.it/category/blog/page/2/ ed eventualmente porrequalsiasi domanda di suo interesse, saluti Adriano Marengon

  7. Caro Onorevole D’Incà, e ti atu fat che de bel oltre che a litigar sule careghe de Roma.Oltre che a far espulsioni e epurazioni,cartellin gial e ross,aveo fat che de costruttivo in tutti questi mesi che siè in parlamento? Oltre che a vardar gli altri ,cosa che i fà e cosa che noi fà ,aveo creà lavoro? Se no, alora prima de parlar e andar sui giornai,secondo mi ,ale meglio, prima de tutt, metter in moto al farvel. Al to amico Grillo, na volta al me fea rider adess al me fà piander.

  8. Che la solidarietà fra simili sia l’unica difesa contro lo strapotere delle multinazionali, della grande finanza e delle delocalizzazioni selvagge, questo è assolutamente chiaro.
    I movimenti degli “indignados” e “occupy Wall Street” hanno chiaramente mostrato il paradosso: NOI siamo il 99% e l’ 1% ci manipola solo per spuntare profitti sempre più alti.
    Ma allora perché non incoraggiare il rinnovamento delle organizzazioni sindacali?
    Dai tempi della rivoluzione industriale sono stati l’unico strumento in grado di unire i lavoratori e di portarli al raggiuingimento di condizioni di lavoro dignitose.
    Se accadesse questo anche in Cina e nel sud-est asiatico, molti imprenditori ritirerebbero le loro commesse e tornerebbero a produrre nelle nostre terre.
    Non ci pare una crudeltà sfruttare il lavoro di milioni di persone senza diritti e miseramente sottopagati per poi rivendere i manufatti sui ricchi mercati occidentali?
    Sappiamo che fra le macerie dello stabile di Dhaka crollato c’erano dei capi di abbigliamento di Benetton?
    Sappiamo quanti suicidi ci sono nelle fabbriche cinesi che producono i nostri cari I Pad e I Phone?
    Sappiamo che i lavoratori morti nell’incendio dello stabilimento dei polli in cina avevano le porte chiuse a chiave?
    Sappiamo che i sindacati sono l’unico strumento per ridare dignità al lavoro perché sono il risultato dell’unione delle medesime esigenze di milioni di lavoratori?
    Perché ho sentito Beppe Grillo demonizzare il sindacato?
    Se vogliamo migliorarlo e rinnovarlo SI.
    Se qualcuno invece vuole cancellerlo allora NO.

  9. l’Acc e’ destinata alla chiusura,lo sanno anche i muri,non interessa piu’ a nessuno.Ma almeno lo dicano ai lavoratori che ancora si illudono.

  10. @Adriano: ho dato un’occhiata al sito ma non ho vi trovato nulla di particolarmente interessante: una serie di dichiarazioni di D’Incà sugli argomenti più svariati…

  11. Carissimo Giovanni, tienimi aggiornato sul numero degli onorevoli grillini che lasciano l’M5S!

  12. P.S. Ti sei dimenticato di citare la fonte!

  13. Sono d’accordo con Federico: ci vuole più solidarietà…..e più cultura e informazione seria….
    ….ma a chi interessa solo il gossip o sparare giudizi a zero il mondo va benissimo così!

  14. Sig. Lino finiamola di fare le pulci al m5s per poi dimenticarci di 40 di questo schifo, perche’non andate a chiedere conto agli altri di questi decenni di pura follia che hanno ridotto questo paese allo sfascio? Forse non si degnano neppure di rispondere? Oppure vi piace fare dell’autolesionismo e continuare a sostenere il merdaio di sempre?

  15. @Giovanni: io non ho mai avuto problemi nell’inserire il link…

    @Adriano: l’M5S non è da meno, sennò tra gli onorevoli grillini non starebbe succedendo quello che sta succedendo… Solo l’M5S può fare le pulci a tutti?

  16. Credo che con il comportamento del M5S garatisca il merdaio di sempre, quando avevate la possibilità di cambiare veramente i paese non lo avete fatto. Ora non accuaste gli altri delle vostre incapacità nel prendervi le responsabilità che i cittadini vi hanno assegnato con il voto e non sate facendo le cose che servono veramente servono al paese ma solo una resa dei conti interno .
    Gli interventi che fate a difesa del M5S sono oramai patetici. Sono convinto che ci credete veramente sugli obiettivi originali del movimento, ma oramai è palese che al momento a GenovaMilano e Roma almeno al momento gli obiettivi sono cambiati.

  17. @Giovanni: gli onorevoli grillini non sono stati eletti solo per mettere da parte gli scontrini e poi chiedere il rimborso! Se io compro un pc lo scontrino lo conservo solo per la garanzia, non per il rimborso! P.S. Senza fonte i dati che riporti potrebbero essere inventati…