Wednesday, 20 June 2018 - 07:51

Ripartono i tirocini estivi in azienda

Giu 19th, 2013 | By | Category: Lavoro Economia Turismo, Prima Pagina, Scuola

AppiaAnche quest’anno, dalla chiusura delle scuole e fino alla loro riapertura ai primi di settembre, gli studenti delle scuole superiori hanno la possibilità di effettuare stage estivi in azienda. Anche se pare sia di prossima emanazione un nuova normativa in materia, al momento i tirocini nel loro insieme, ad eccezione di quelli cosiddetti curricolari in alternanza studio/lavoro, sono regolati dal Dgr 337, entrato in vigore nel 2012.

L’Associazione Provinciale Piccola Industria Artigianato, in collaborazione con l’Amministrazione Provinciale come già accade durante tutto l’anno per i tirocini di inserimento/reinserimento lavorativo, fornirà alle aziende che lo richiederanno un servizio di supporto nella gestione dei tirocini estivi di orientamento.

Da un punto di vista operativo, come negli anni passati, l’APPIA predisporrà per le aziende interessate il progetto formativo individuale, la convenzione e tutti gli altri documenti necessari che l’azienda poi dovrà consegnare al Centro per l’Impiego di riferimento. Si occuperà inoltre di fornire alle aziende le coperture assicurative INAIL e responsabilità civile verso terzi. I tempi tecnici di avvio del tirocinio richiedono una decina di giorni circa.

Ricordiamo che i tirocini estivi sono dedicati a studenti della scuola secondaria di secondo grado o professionale, di età compresa tra sedici e venticinque anni. Hanno durata massima di tre mesi, proroghe comprese.

I prerequisiti necessari ed imprescindibili perché un’azienda possa ospitare un giovane per un tirocinio estivo sono principalmente tre. In primo luogo permane l’obbligo di coerenza tra gli apprendimenti previsti dal percorso di studi e le mansioni affidate al tirocinante e riportate nel progetto formativo. Uno studente, ad esempio, che frequenta un indirizzo informatico dovrà effettuare un tirocinio con mansioni legate al campo dell’informatica in un’azienda che può ospitare questo tipo di professionalità. In secondo luogo, viene fortemente sconsigliato il tirocinio per le aziende senza dipendenti, in quanto il tirocinante, secondo il Dgl 81/2008, farebbe scattare per l’azienda obblighi insostenibili in merito alla sicurezza, alla formazione e alla valutazione dei rischi. Per le aziende con dipendenti, invece, che già hanno effettuato la valutazione dei rischi, la presenza del tirocinante non crea nuovi problemi dal punto di vista della sicurezza, perché l’azienda adempierà agli obblighi di legge fornendo allo stagista Dispositivi di Protezione Individuale adeguati e opportune formazioni e informazioni, come per qualunque altro suo collaboratore. Infine, l’azienda, per poter ospitare un tirocinante, non deve impiegarlo per sostituire dipendenti di pari mansione aventi diritto alla conservazione del posto di lavoro quali dipendenti in mobilità o in cassa integrazione.

Il limite numerico di tirocinanti che possono essere contemporaneamente ospitati da un’azienda rimane quello previsto dalla normativa precedente, ed è legato al numero di dipendenti a tempo indeterminato presenti in azienda.

Per le aziende che fossero interessate, è possibile rivolgersi presso il Servizio Formazione dell’APPIA (tel. 0437/954468) per effettuare le pratiche di avvio dello stage o per avere maggiori informazioni in merito.

 

 

Share

Comments are closed.