Sunday, 24 June 2018 - 16:53

Elettrodotti a Ponte nelle Alpi. Ezio Orzes, assessore:” Disponibili al dialogo con Belluno, ma il progetto di riordino di Ponte non si tocca. Lo aspettiamo da 50 anni”

Giu 12th, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Meteo, natura, ambiente, animali, Prima Pagina

Ezio Orzes, assessoreL’assessore all’Ambiente del Comune di Ponte nelle Alpi Ezio Orzes, interviene per alcune importanti precisazioni in relazione al dibattito in corso sulla stampa sulla convenzione sottoscritta dai comuni di Ponte nelle Alpi, Soverzene e Belluno, dalla Provincia di Belluno e da Terna sulla razionalizzazione delle linee elettriche.

“Nel territorio del Comune di Ponte nelle Alpi sono presenti n.10 linee elettriche ad alta tensione a 220 kw e 132 kw. – premette l’assessore –  In particolare il centro abitato è attraversato dalla doppia terna 220 kw “Soverzene-Scorzè” e “Soverzene-Vellai” e dalla doppia terna a 132 kw “La Secca-Polpet” e n. 28778 “Nove 71-Polpet”, linee aeree che corrono sopra le case.

Particolari criticità relative ai campi elettromagnetici sono state evidenziate e confermate da più campagne di rilevamento effettuate da A.R.P.A.V. a partire dal 1996 ad oggi. Tali analisi hanno evidenziato valori di campo d’induzione magnetica superiori a 3 microtesla e in due casi addirittura superiori a 10 microtesla. Questi valori di campo elettromagnetico riscontrati in edifici residenziali e in strutture scolastiche, tanto per capirci, sono largamente superiori ai dati di progetto previsti nella situazione più critica del piano di razionalizzazione.

Sono più di 10 anni, da quando si è preso coscienza del problema (ma il problema esiste da 50 anni) che le centinaia di famiglie che vivono sotto gli elettrodotti, i genitori degli alunni della scuola elementare e il comitato Stop Elettrosmog che da anni è impegnato sul tema, aspettano la risoluzione del problema. Questa situazione insostenibile, evidentemente deve trovare una soluzione che non può essere procrastinata per nessun motivo.

L’amministrazione comunale di Ponte nelle Alpi è disponibile, come sempre ha fatto, a ricercare una soluzione che vada incontro alle mutate esigenze dei Comune di Belluno, proprio per questo ha organizzato un incontro in municipio nel marzo scorso a cui hanno partecipato i comuni di Soverzene, Belluno, Limana e Trichiana oltre a Terna, con l’obiettivo di condividere con tutti problemi e soluzioni praticabili.

Nel corso dell’incontro abbiamo dato la nostra disponibilità a sottoscrivere un nuovo accordo che stoppi l’elettrodotto in comune di Belluno appena dopo l’attraversamento del Piave e che punti ad attenuare e se possibile risolvere le criticità nella zona di Andreane.

Deve essere però altrettanto chiaro a tutti – conclude Orzes –  che non siamo disponibili a rimettere in discussione il progetto di riordino delle linee esistenti sul territorio del comune di Ponte nelle Alpi”.

 

 

 

Share

One comment
Leave a comment »

  1. Parole sante, anche alla luce delle precisazioni odierne dell’ex assessore Gamba e dell’ex sindaco Prade che fanno luce sui veri interessi che muovono i promotori del Comitato di Levego.
    A Ponte nelle Alpi da decenni i cittadini convivono con i micro tesla sopra la testa, non sopra i terreni o i boschi!
    Meditate gente, meditate!