Monday, 21 May 2018 - 22:26

Prendiamoci l’autonomia: dopo un anno e mezzo la giunta regionale non ha deliberato nulla sulla specificità per Belluno. Mercoledì sera riunione del Bard in Birreria Pedavena.

Giu 11th, 2013 | By | Category: Appuntamenti, Cronaca/Politica, Prima Pagina

BARD“Prendiamoci l’autonomia” è il motto con il quale il BARD chiama i feltrini a raccolta e mercoledì 12 giugno alle ore 20,30 nella Sala degli Elefanti della Birreria Pedavena – sarà un’occasione per un confronto su questo importante argomento.

Il Bard ha infatti organizzato un’altro incontro con l’obiettivo di fare il punto sulla nuova legge sul turismo, sull’art. 15 dello statuto veneto, sulla specificità della montagna, sulla Regione Dolomiti e soprattutto su un immediato obiettivo da raggiungere: avere nuovamente la rappresentanza politica in capo all’Ente Provincia.

Il Bard chiede con forza di agire e dice stop ai convegni, stop ai fiumi di inutili parole, stop all’immobilismo!

Da oltre 515 giorni i Bellunesi aspettano inutilmente l’attuazione della “specificità” prevista all’art. 15 dello Statuto che la Regione ha votato l’11 gennaio 2012.

1 anno, 5 mesi e 1 giorno, due inverni, il tempo di quasi due gravidanze eppure la Giunta ed il Consiglio Regionale del Veneto, per la montagna, non hanno partorito neppure il classico topolino.

Persino la riforma Monti che cancellava le provincie in tutta l’Italia ha riconosciuto la specificità montana di Belluno, sancita dalla storia e dalla geografia di questa terra.

I Bellunesi si aspettavano tutt’altra disponibilità dall’Assessore all’Economia e sviluppo montano, con una specifica delega alle “funzioni amministrative per la provincia di Belluno”, Marino Finozzi, ma non si è visto nulla, a parte i tagli ed il continuo smantellamento di ogni servizio, dalla sanità alla scuola ai trasporti e i bellunesi stanno perdendo la pazienza.

L’incontro di Pedavena, dopo quello di Caviola del 23 maggio e di Tai del 07 giugno u.s, sarà l’occasione per informare che il Movimento sarà soggetto attivo e promotore delle elezioni provinciali autoconvocate per il prossimo 27 OTTOBRE 2013 dove i Bellunesi saranno chiamati ad esprimere democraticamente il proprio voto per riavere finalmente la rappresentanza politica in tutti i tavoli istituzionali.

Sarà un deciso invito ai Bellunesi per chiedere l’immediato fine del regime commissariale e la convocazione dei comizi per il rinnovo dell’amministrazione provinciale.

Il BARD sta preparando altre Assemblee in tutto il territorio bellunese e sollecita tutti ad informarsi sulle attività e sull’operato, a collegarsi sul sito www.regionedolomiti.it e a partecipare all’attività del Movimento. Invita a prestare attenzione, ad ascoltare, a confrontarsi ma soprattutto a partecipare attivamente per il raggiungimento del nostro indispensabile obiettivo. E’ arrivato il tempo di assumersi tutti insieme, le proprie responsabilità partecipando attivamente per il raggiungimento dell’obiettivo prefisso che è e resta la salvezza delle Comunità Bellunesi.

Share

8 comments
Leave a comment »

  1. Elezioni provinciali autoconvocate ricorda un pò tipo il parlamento padano, e poi elette giunta e consiglio che poteri si avranno mai?
    Già i referendum nei vari comuni tranne quelli di alta montagna sono stati un discreto flop, non credo che ad ottobre andrà molto meglio come partecipazione.
    Capisco la vostra battaglia ma non condivido questa strategia e sinceramente non percepisco tutta sta passione sul tema autonomia da parte dei bellunesi.

  2. @Ivan forse lei non vive a Belluno o non vive Belluno, o non è adeguatamente informato. Se lei è un bellunese ed ha una migliore strategia la proponga e si dia da fare per coinvolgere più persone possibili nel realizzarla…il problema sig. Ivan è che non abbiamo tempo e temo che lei sia oltretutto arrivato in ritardo. Anche con i commenti sui referendum, anche con le domande iniziali. Potrebbe recuperare partecipando all’incontro di Feltre sopra ricordato e portare alla discussione la sua visione delle cose e contribuendo al progetto con eventuali gradite critiche costruttive. Altrimenti solo ciacole, e ne abiamo già tanti disposti a dispensarne. Buondì

  3. Bene. Le elezioni sono il seme dell’autonomia!

    @ivan al è del segur del PD

  4. Scusa Gianfranco, l’incontro è a Pedavena, non a Feltre, il comune delle luganeghedadrio. Per la completezza… Grazie

  5. @Andrea, chiedo venia, Pedavena, Birreria, sala degli Elefanti, ore 20,30. Grazie della correzione.

  6. Dopo che avremo espresso democraticamente il nostro voto “per riavere finalmente la rappresentanza politica in tutti i tavoli istituzionali”, a Palazzo Piloni avremo ancora il commissario prefettizio, o no?

  7. @Lino: domandi a Reolon che vuol fare visto che è lui il salvatore della patria (e odia profondamente il BARD)

  8. @Mauro: siamo seri! Avremo il commissario prefettizio anche dopo le elezioni provinciali autoconvocate!