Wednesday, 17 October 2018 - 18:48

Istituito il Fondo di solidarietà bellunese. Presentato dagli studenti dell’Istituto Catullo di Belluno, il Manifesto per la campagna di raccolta dei contributi

Giu 5th, 2013 | By | Category: Prima Pagina, Scuola, Società, Istituzioni

fondo solidarietàE’ stato presentato oggi, presso l’Aula Magna dell’Istituto Catullo di Belluno, il Manifesto per la campagna di raccolta dei contributi a favori del Fondo “Rete solidarietà bellunese” da poco istituito.

Il Fondo, a cui è stato dato il nome “Rete di solidarietà bellunese”, si avvale di un contributo iniziale di 150.000 euro stanziate dal Consorzio BIM che non sarà però sufficiente a rispondere alle richieste.

“Già adesso – hanno confermato i componenti del Comitato promotore del Fondo – sono molte le richieste di aiuto che pervengono alle sedi sindacali e ai CAF. C’è necessità di promuovere questa iniziativa affinché tutti coloro che hanno la possibilità diano un contributo, anche modesto, in favore di chi ha bisogno e non ha più risorse per far fronte alle necessità personali e della propria famiglia. Abbiamo più di una volta affermato che il Fondo deve essere del territorio, cioè di tutti ed è per questo che abbiamo coinvolto nel progetto anche la scuola con la richiesta all’Istituto Catullo di darci una mano per realizzare un manifesto per una campagna di sensibilizzazione e di adesione”.

Il dottor Michele Sardo, dirigente dell’Istituto Superiore Catullo di Belluno, ha accolto la richiesta e sono state coinvolte, sotto la supervisione e il coordinamento della professoressa Nicoletta Furnari, le classi 5F e 5G dell’indirizzo grafico-pubblicitario dell’Istituto che hanno realizzato diversi bozzetti.

“I ragazzi – ha commentato il dott. Sardo – hanno risposto con interesse ed entusiasmo all’attività ed hanno interpretato in modo diverso e personale il sentimento di solidarietà che la campagna intende promuovere”.

“I lavori prodotti – hanno dichiarato i componenti del Comitato – sono circa una quarantina e tutti di ottimo livello. E’ stato davvero difficile operare una scelta”.

Sul sito www.retedisolidarietabellunese.it verranno resi pubblici tutti i versamenti effettuati, nonché tutte le informazioni utili per conoscere i requisiti per beneficiare del contributo, nonché le modalità di presentazione della domanda.

“I Caf autorizzati – precisano dal Comitato – offriranno informazioni ed assistenza. La domanda potrà essere presentata solo on line presso gli sportelli di assistenza fiscale dei CAF di CGIL, CISL, UIL, ASCOM, APPIA, Confartigianato di Belluno da lunedì 17 giugno.”

Share

Comments are closed.