Saturday, 15 December 2018 - 13:15

Chiusura per lavori Linea ferroviaria Belluno – Ponte nelle Alpi. Il resoconto dei comitati BinariQuotidiani e TreniBelluno

Giu 4th, 2013 | By | Category: Lettere Opinioni, Prima Pagina

Il 7 Maggio tramite un comunicato della FILT- CGIL (sindacato dei ferrovieri) apprendiamo che:

“…venerdì 3 maggio 2013, la dirigenza RFI Spa del Compartimento ci ha comunicato la chiusura del tratto di linea Belluno – Ponte nelle Alpi. Il motivo della chiusura è dovuto alla messa in sicurezza della galleria Vignetta ( galleria situata appena fuori della stazione FS di Belluno) che a seguito di continue infiltrazioni d’acqua mette a rischio il sedime del binario, con pregiudizio della circolazione. Il periodo di chiusura programmato è da giovedì 6 giugno a domenica 7 luglio 2013.”

Ne seguono dei fugaci articoli sulla stampa locale dove però non si riesce a sapere niente più di quanto riportato dal comunicato sindacale. Voci che circolano nell’ambiente parlano di totale chiusura fino a Calalzo con autosostituzione da Belluno in su.

Il 13 Maggio preoccupati dalla scarsità di informazioni inoltriamo tramite mail alla Direzione Regionale di Trenitalia S.p.A. una richiesta di maggiori informazioni:

“Gentile Direzione Regionale, dopo aver appreso dalla stampa locale e da un comunicato FILT della chiusura per lavori urgenti della tratta Belluno – Ponte nelle Alpi e la probabile autosostituzione fino a Calalzo di Cadore, spiace constatare come ad oggi, a meno di un mese dall’interruzione in programma, la Vs. Azienda non abbia ancora diramato un comunicato ufficiale e il piano con i nuovi orari e le eventuali sostituzioni su gomma. Certo della Vs. attenzione e in attesa di un gradito riscontro porgo i miei più Cordiali Saluti.”

alla quale ci viene risposto poco dopo:

“Buon giorno. Circa l’oggetto, qualsiasi ulteriore comunicazione è subordinata ad alcuni “passaggi istituzionali” che saranno completati questa settimana. Distinti saluti Trenitalia S.p.A. Divisione Passeggeri Regionale Direzione Regionale Veneto”

Il 30 Maggio, a meno di dieci giorni dalla prevista interruzione, le informazioni ai signori viaggiatori, pardon ai signori clienti, pardon cittadini tardano ad arrivare pertanto scriviamo nuovamente a Trenitalia quanto segue:

“A dieci giorni dalla prevista interruzione della linea Belluno – Ponte nelle Alpi per i necessari e urgenti lavori di risanamento, spiace constatare come le informazioni al pubblico, anzi ai viaggiatori o meglio alla clientela tramite i vostri canali ufficiali siano pressoché nulle. Solo provando ad acquistare un biglietto online si scopre che i treni su Calalzo, tratta non interessata dai lavori, sono quasi totalmente autosostituiti fatto salvo per quattro corse. Sono gradite ulteriori dettagliate informazioni in merito. Cordiali Saluti”

La quale con la usuale puntualità risponde poco dopo:

“Buon giorno. Entro domani – Venerdì 31/5 – è programmata l’affissione dell’Avviso nelle stazioni. Sempre da domani è programmata la diffusione di annunci a bordo treno (linea Padova – Calalzo e Conegliano – Calalzo) Con distinti saluti Trenitalia S.p.A. Divisione Passeggeri Regionale Direzione Regionale Veneto

P.S. Se desidera, può già consultare l’orario sul sito www.trenitalia.com > TUTTI I TRENI”

Effettivamente il giorno seguente gli avvisi sono stati esposti nelle stazioni e gli avvisi fatti a bordo dei treni come scritto dal funzionario, peccato che gli avvisi affissi scrivano:

“DAL 9 GIUGNO AL 6 LUGLIO 2013 LINEE PADOVA – CALALZO E CALALZO – CONEGLIANO MODIFICHE CIRCOLAZIONE TRENI

Dal 9 giugno al 6 luglio 2013, per lavori programmati di manutenzione della galleria in prossimità della stazione di Belluno, la circolazione ferroviaria sarà interrotta nella tratta Belluno – Ponte nelle Alpi. Nella stazione di Belluno è previsto il cambio TRENO > BUS per i viaggiatori diretti verso Calalzo, e il cambio BUS > TRENO per i viaggiatori diretti verso Padova. Inoltre, come indicato nell’orario ufficiale in vigore dal 9 giugno, alcuni servizi della relazione Calalzo – Conegliano prevedono il cambio nella stazione di Ponte nelle Alpi.

Informazioni: orari in stazione. http://www.fsitaliane.it, http://www.trenitalia.com, uffici informazioni e assistenza clienti, biglietterie.” A questo punto, fatta la doverosa cronistoria e verificato sui siti internet indicati da Trenitalia gli orari effettivi, siamo a constatare quanto segue:

1- L’organizzazione dell’interruzione è stata fatta cambiando numerazione ad alcuni treni che saranno programmati con una periodicità limitata alla sola chiusura e definita nell’orario che entrerà in vigore

il 9 Giugno;

2- l’orario ufficiale cartaceo, come da tradizione collaudata da Trenitalia, non sarà disponibile per l’acquisto nelle biglietterie, edicole ecc. prima di luglio e i quadri orario esposti in ogni stazione riportano solo l’orario in corso di validità (la sostituzione viene fatta tra il sabato e la domenica del cambio! 8/6/2013);

3- anche leggendo il comunicato affisso e ipotizzando di avere a disposizione il quadro orario della stazione di partenza in tempo utile, il viaggiatore in partenza ad esempio da Montebelluna in direzione Longarone non riuscirebbe a sapere come proseguire dopo Belluno e quindi a che ora arrivare a destino, infatti il cambio di numerazione farebbe si che in tabella l’orario si fermi al capolinea senza accennare alle prosecuzioni;

4- nel comunicato cartaceo affisso si tace dell’esistenza del collegamento Belluno – Conegliano – Venezia e di come sarà gestito;

5- si dice che anche i collegamenti diretti Calalzo – Venezia prevedono il trasbordo a Ponte n.Alpi come indicato nell’orario che ancora non sappiamo se non provando ad acquistare online il biglietto;

6- non si accenna minimamente all’allungamento dei tempi di percorrenza dovuto al percorso su gomma sia nel tratto Belluno – Ponte n.Alpi sia da e per Calalzo P.C.C sia Conegliano;

7- ultimo ma non meno importante il sito ad hoc dedicato alle informazioni ai clienti delle Ferrovie dello Stato Italiane, di cui Trenitalia S.p.A fa parte, www.fsnews.it, ad oggi 03/06 non riporta alcuna notizia di queste modifiche all’orario causa lavori .E neanche facendo una ricerca dei termini “Belluno” o “Calalzo”, nell’intero sito http://www.trenitalia.com/, non si trova traccia di questa interruzione, si trovano però informazioni di lavori fatti nel 2008. Peccato che l’audio messaggio a bordo treno indichi come fonti di ulteriori informazioni le biglietterie (solo 22 aperte in Veneto) e il sito di Trenitalia.

Ci chiediamo naturalmente se questo è stato il sistema più appropriato, trasparente ed efficace di informare i propri clienti circa le modifiche discusse o se forse era preferibile gestirle in maniera meno burocratica ma più chiara e fruibile, ovviamente ci aspettiamo che le future comunicazioni circa l’avvio dell’orario cadenzato in Veneto siano più chiare, rigorose e …..puntuali!

BinariQuotidiani – http://binariquotidiani2.altervista.org/

Trenibelluno.it – www.trenibelluno.it

Share

4 comments
Leave a comment »

  1. La Zaia film presenta:
    PARONI A CASA NOSTRA
    Regia: Assessorato ai trasporti regione Veneto

  2. Di cosa ci si lamenta? Ogni volta che viene Chisso o qualsiasi politicante della regione Veneto, sono tutti a gara a leccargli il culo, anche se il prodotto del loro operato è l’assenza totale di qualsivoglia servizio. sarebbe strano se iniziassero a lavorare.

  3. Robe da mat.
    Via dal Veneto che uccide i servizi in montagna.
    Via i Consiglieri regionali (in particolare BOND e REOLON) che non fanno nulla e vengono a Belluno a raccontare bugie solo per essere rieletti.

  4. Non posso che essere d’accordo con tutto quel che è stato detto in questo articolo!
    Sono studentessa e ieri, come al solito, per motivi di studio sono scesa a Venezia, partendo da Calalzo.
    E’ stata un’odissea! Ok l’autobus sostituivo da Calalzo fino a Ponte n. Alpi, tutto nella norma. Mi aspettavo che da Ponte poi ci fosse il servizio normale del treno (dato che io avevo capito che i lavori si svolgevano solo nella tratta Ponte n.A. – Belluno). Pazienza. Scopro poi che ci sono due autobus che vanno a Conegliano (ma gli autisti non mi sanno dare una spiegazione del perché sono 2 gli autobus e quale differenza di percorso ci sia).
    Arrivo a Conegliano con ritardo e per pura fortuna riesco a prendere un treno appena arrivato da Udine e diretto a Venezia S.L. .
    Al ritorno (in partenza da Conegliano e non da Venezia), mi reco alla biglietteria e il bigliettaio, con la maleducazione che lo ha contraddistinto, non mi ha saputo dire nulla fino a che, scocciata e stanca, non ho insistito nell’avere ulteriori informazioni. Sta di fatto che il treno arriva e prosegue fino a Calalzo, ma accumula ben 40 minuti di ritardo.

    Mi scuso per la lunga cronistoria, ma volevo portare una testimonianza e cercare una risposta sul collegamento Ponte- Venezia.

    Volevo inoltre chiedere qualche informazione: fra pochi giorni dovrò partire per un lungo viaggio e ho acquistato dei biglietti per treni ad alta velocità. Non vorrei in alcun modo perdere la corsa quindi mi chiedevo: che voi sappiate non c’è nessuna corsa che parta prima delle 7.31 da Ponte che arriva alle 9.39? Sono preoccupata di perdere i treni e vorrei partire con un po’ di anticipo. Qualcuno di voi ha qualche esperienza?Grazie.