Wednesday, 19 September 2018 - 06:24

Consiglio comunale di Belluno: le richieste dell’opposizione

Giu 3rd, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

palazzo-rosso-municipioORDINE DEL GIORNO

Rilevando che alcune Frazioni del nostro Comune sono sprovviste di collegamento alla banda larga mentre in altre è presente un pseudo collegamento chiamato mini ADSL a 600Kb/sec.;

Evidenziando che le centraline di collegamento in queste Frazioni, come pure in alcune zone della città in cui è presente il servizio di bada larga sono sature, e pertanto non consentono l’allacciamento a nuovi utenti;

Sottolineando che questa situazione crea disagi ai cittadini e ad aziende soprattutto artigiane, che si vedono costrette per poter operare in rete ad utilizzare il sistema a chiavetta usb oneroso e limitato, creando così difficoltà operative in un momento particolarmente difficile dal punto economico, dove un collegamento in rete efficiente può rilevarsi importante per l’attività;

Ricordando che in data 19 dicembre 2008 il Consiglio Comunale approvava all’unanimità un ordine del giorno dove veniva affrontato già allora questo problema e che dava mandato all’Amministrazione di inserire nei propri programmi futuri la realizzazione di una rete WI-FI o altre reti più avanzate, allo scopo di dare ai cittadini e alle aziende un servizio di banda larga a basso costo e da utilizzare dalla stessa Amministrazione per il controllo del territorio;

Ricordando che in data 20 gennaio 2012 l’allora Assessore Da Rin indirizzata alla Telecom Italia S.p.A., all’attenzione del Signor Pietro De Felice,inviava una lettera in cui evidenziava la situazione molto critica dei cittadini allacciati alla centrale di Bolzano Bellunese (Bolzano Bellunese, Tisoi, Giazzoi, Gioz e Vezzano) per quanto concerne la navigazione in Internet con la linea ADSL sollecitando nell’occasione la realizzazione di questa infrastruttura non solo sulla zona ma anche per le altre zone del Comune che si trovano in analoga situazione, come ad esempio tutta la zona di Lervego;

Ricordando che la Regione da tempo ha predisposto un progetto finanziato con circa 30 milioni di Euro, di cui se ne parla da tempo, per l’estensione della rete di banda larga su tutto il territorio Regionale;

Considerando la situazione di tale servizio nella Provincia come nel nostro Comune, nonché il riconoscimento della specificità montana, dovrebbe vedere il nostro territorio favorito per la realizzazione di questa importante opera tecnologica,

Tutto ciò premesso il Consiglio Comunale impegna la Giunta Comunale:

1) Di intraprendere le necessarie azioni presso la Regione Veneto perche nei programmi di attuazione del progetto sia data priorità alla Provincia e in particolare al Comune di Belluno;

2) Di intraprende adeguate azioni presso Telecom Italia , azienda concessionaria della rete , allo scopo di conoscere se la stesa ha già in essere un progetto di ampliamento della rete della banda larga sul nostro Comune e in caso contrario di attuare le necessarie azioni perchè questa in tempi ragionevoli lo predisponga.

Belluno lì 31 maggio 2013

Roberto De Moliner, Claudia Bettiol, Mirco Costa, Irma Visalli, Patrizia Burigo. Ida Bortoluzzi

 

palazzo-rosso-municipioORDINE DEL GIORNO PRESENTATO DAI GRUPPI PARTITO DEMOCRATICO, TUTTI PER BELLUNO E LISTA CIVICA “IDA BORTOLUZZI”

OGGETTO : IMPEGNO DISCUSSIONE MASTER PALAN DI CAVARZANO E FIO 2

RICHIAMATA la evidenziata necessità, più volte disattesa , di una discussione ampia sul futuro della città e delle scelte strategiche per il suo assetto futuro e alla specifica richiesta, fatta da più di un anno sia in sede di Commissione seconda sia in Consiglio Comunale relativamente ad confronto su due di queste questioni : il masterplan di Cavarzano e il Fio2 ;

RICORDANDO che , per quanto riguarda il Masterplan , pur obiettando a monte la scelta di estendere il “costruito” senza un evidente necessità legata ad un’aumento della popolazione e alla luce dell’ incontrovertibile iter procedurale che riguarda il progetto , riconoscendo la valenza strategica della zona di Cavarzano nel futuro assetto della città , nella passata Consigliatura il gruppo del Partito Democratico aveva avanzato una serie di osservazioni volte al miglioramento del progetto per garantire adeguati servizi alla nuova area residenziale nonché la realizzazione di una area verde/sportiva a ridosso delle scuole presenti;

EVIDENZIANDO che da tempo la società sportiva Cavarzano chiede di individuare un’area all’interno dello stesso master plan dove realizzare un nuovo campo sportivo, in quanto le dimensioni dell’attuale non sono sufficienti a svolgere l’attività sportiva e l’area prospiciente non consente un’ ampliamento dell’impianto;

RICORDANDO , per quanto riguarda il FIO2, che a seguito di incontri avuti con i cittadini emerge la valenza strategica del collegamento tra la futura rotatoria di “Marisiga” con la statale 203 Agordina, al’interno di una necessità soluzione strutturale al sistema della viabilità dell’intera città;

CONSIDERANDO che un intervento di tale portata , per la complessità progettuale e l’entità delle risorse necessarie , richiederà un tempo adeguato che non si prospetta certo breve ;

SOTTOLINEANDO che immediatamente si deve lavorare, anche con la condivisione della cittadinanza, per scegliere velocemente un tragitto che trovi il voto unanime del Consiglio Comunale allo scopo di porre la questione in tempi brevi, ed in forma bipartisan, nelle sedi deputate per realizzare questa fondamentale opera ;

RICORDANDO che su entrambe le questioni, masterplan di Cavarzano e Fio2, il Sindaco, nonchè assessore all’urbanistica, ha più volte espresso il suo impegno affinchè vi fosse una discussione in Commissione Urbanistica;

Tutto ciò premesso

IL CONSIGLIO COMUNALE IMPEGNA

la Giunta e l’Assessore di competenza di porre entro la fine del mese di luglio in discussione nella Commissione Urbanistica i due punti oggetto di questo ordine del giorno.

I consiglieri: Claudia Bettiol, Roberto De Moliner, Mirco Costa, Irma Visalli, Patrizia Burigo, Ida Bortoluzzi

 

palazzo-rosso 150x150Domanda di attualità

In riferimento all’articolo apparso nei giorni scorsi sul Corriere delle Alpi, dove alcuni cittadini denunciavano lo stato di degrado in cui si trova la strada che porta a Pian del Monte e Tassei, situazione evidenziata a suo tempo in precedenti interrogazioni, dove veniva fatta presente la situazione e visto la mancanza di interventi, all’oggi è peggiorata.

Pertanto sottoscritti Consiglieri Comunali, oltre che a sollecitare un intervento adeguato a migliorare la sede stradale, sono a chiedere in che tempi e quali interventi si intende realizzare per garantire ai cittadini residenti in queste zone disagiate un adeguato collegamento stradale.

Belluno 31 maggio 2013.

Consiglieri Comunali gruppo P.D.

Roberto De Moliner, Mirco Costa

La risposta dell’Assessore Salti è stata che l’Amministrazione era a conoscenza della situazione da tempo e che la settimana scorsa hanno inviato una lettera a BIM GSP perchè intervengano con l’asfaltatura definitiva del tratto interessato, ancora l’anno scorso, da lavori di manutenzione sull’acquedotto, ossia hanno sostituito un tratto di condotta.

Fa piacere che l’Amministrazione abbia inviato questa lettera a BIM GSP – hanno replicato i consiglieri dell’opposizione – ma che ci sembra alquanto tardiva visto che la situazione è stata oggetto di altre interrogazioni e di varie segnalazioni da parte di cittadini e che il nostro auspicio è che si tenga d’occhio il calendario allo scopo di non vedere da qui al qualche mese sulla stampa ancora articoli riguardanti lo stesso argomento e di dover conseguentemente ripresentare un’ulteriore interrogazione.

 

Palazzo Rosso, sede del Comune di Belluno

Palazzo Rosso, sede del Comune di Belluno

Interrogazione a risposta scritta ed orale

Nei giorni scorsi alcuni cittadini di via Travazzoi mi hanno segnalato alcuni criticità presenti nella via che a seguire vado a evidenziare :

1) Di fronte al civico 37 c’è un pozzetto, probabilmente di uno scarico fognario, coperto da una lastra di acciaio che risulta essere così da circa un anno, il quale emana dei forti odori.

Lo scarico dello stesso probabilmente è rotto tanto che a fianco si sta formando un buco sull’asfalto;

2) Il marciapiede che costeggia il parco di Mussoi stà lentamente ma inesorabilmente sprofondano creando non pochi disagi soprattutto a mamme e disabili nel percorrerlo.

3) Non nuova la situazione della viabilità  tra l’accesso al villaggio Clizia e l’incrocio con via Gregorio XVI.  Mi segnalano che nell’ultimo periodo  a certe ore della giornata la situazione si è aggravata in quanto a causa della presenza di autoveicoli parcheggiati in certi momenti per i  pedoni è difficoltoso  percorrere il marciapiede, situazione  generata probabilmente dal fatto che il nuovo parcheggio è sempre pieno, mentre quello del supermercato che ricordo è sotterraneo è quasi sempre completamente vuoto, e i lavori di completamento dei nuovi parcheggi vanno a rilento:

Pertanto visto le situazioni che ho esposto sono chiedere quali interventi e in quali tempi l’Amministrazione intende porre in atto per dare soluzione a questi importanti problemi su questa via.

Belluno 31 maggio 2013.

Roberto De Moliner – Consigliere Comunale P.D.

 

 

Share

Comments are closed.