Saturday, 20 January 2018 - 18:49

Trasferta in Alto Adige per un gruppo del Bard

Mag 28th, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Gruppo BardPer rispondere ad una serata sull’Autonomia e la gestione della montagna, in cui il Sindaco di Sarentino/Sartal (BZ) Franz Locher aveva partecipato l’autunno scorso a Sedico, il BARD ha ricambiato la visita con una trasferta nella valle dell’Alto Adige. 50 bellunesi, accompagnati anche da Oskar Unterfrauner, presidente della Fondazione Val di Seren Onlus, sono stati accolti dal Sindaco del Comune e dal Segretario comunale, che li hanno guidati alla visita del paese e delle principali attività della valle.

Si è visitato il Maso Rohrerhaus ora museo fondato nel 1200 e che ricostruisce gli ambienti tipici del vivere nelle Alpi. Molti aspetti architettonici e gli strumenti in uso sono simili a quelli delle case del bellunese, tanto che Unterfrauner non ha mancato di sottolinearlo e di far notare che anche questo sia segnale della fratellanza tra i popoli di questa parte delle Alpi.

Il gruppo ha poi visitato un tipico laboratorio a conduzione famigliare in cui viene prodotto olio essenziale dal pino mugo ed alcuni in masi in quota situati ad oltre 1600 metri. “Esistono oltre 500 masi solo in questa valle e sono quasi tutti abitati ed il territorio coltivato (con pendenze estreme, tanto che molti prati sono falciati a mano). Se anche la gente se ne va, come pensate possano venire turisti a visitarci?” ha chiesto laconico il sindaco .”Molti di questi masi hanno anche piccole centraline per la produzione di energia elettrica che permettono loro di investire sul territorio, sul maso stesso e sull’attività turistica. Non sono mai arrivate dall’esterno, richieste di sfruttamento da parte di privati. In Alto Adige lo sfruttamento dall’esterno non è neppure contemplato. perchè ovviamente “L’acqua è il nostro oro”.

L’incontro, cordiale ed aperto, ha confermato l’impegno di continuare con questi confronti, anche invitando i ragazzi bellunesi a fare un’esperienza estiva di lavoro nei masi. Per condividere le conoscenze e le buone pratiche di gestione della montagna. Ai bellunesi presenti, la consapevolezza, che si è imparato più di gestione della montagna ed autonomia in un pomeriggio, che in decine di congressi a tema.

Il sindaco, che è anche un contadino, ha 12 mucche ed è molto conosciuto per questo intervento a Report:

http://www.rai.it/dl/Report/puntata/ContentItem-f59b3eb7-9a84-42fc-b0ae-9794261e2343.html

 

 

Share

7 comments
Leave a comment »

  1. BARD=SVP

  2. austro-ungarici bravissimi a parlare di autonomia (loro) ma quando Belluno ha chiesto aiuto abbiamo trovato le porte non chiuse, sbarrate!

    Poi magari sono io che non vedo lungo….

  3. Che il BARD se ne restasse a Sarentino …

  4. La montagna deve stare con la montagna. Il BARD è garanzia.

  5. il BARD è garanzia, gli altoatesini non so… certo meglio dei veneti, ma per quello ci vuole poco.

  6. I sud tirolesi pensano per loro (e giustamente solo per loro), i veneti invece si occupano anche delle nostre acque se devono fare centarli, delle nostre piste se devono andare a sciare, delle nostre valli se devono passare con l’autostrada…
    E’ ora che cominciamo a pensare e decidere per NOI.

  7. Ma di che stiamo parlando: “cominciare a pensare per noi” con gli altoatesini? Cerchiamo di capirci, dovremo ruffianarceli anche se non ci calcolano?
    Che poi pensino “giustamente solo per loro” è tutta, ma proprio tutta, da discutere!

    Poi quello che dici dei veneti è pura verità.

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.