Saturday, 20 January 2018 - 20:39

Premio Radici 2013: guardare al futuro riscoprendo il passato. Le esperienze di Angelo Sovilla e di Marco e Valentina De Bacco

Mag 22nd, 2013 | By | Category: Prima Pagina, Società, Istituzioni

Alla presenza del prefetto di Belluno Maria Laura Simonetti e del questore Attilio Ingrassia, si è svolto a Mel presso il Palazzo Comunale il conferimento del Premio “Radici 2013”.

Giunta alla sua terza edizione, il Premio ha lo scopo di segnalare e di dare merito pubblico a chi con capacità, impegno e ingegno ha saputo valorizzare con il proprio operato, sia la cultura e la tradizione del mondo contadino, ma anche chi è stato attore del rinnovamento e dello sviluppo dell’agricoltura della Provincia di Belluno.

Il sindaco di Mel Stefano Cesa ha ringraziato la Pro Loco Zumellese perché permette con questa iniziativa, alla quale l’Amministrazione ha da subito aderito, di porre l’attenzione della comunità sul modo agricolo e i suoi attori.

Il Presidente della Pro Loco Zumellese Debora Lotto, nel ringraziare gli intervenuti e gli illustri ospiti per la loro presenza, ha ricordato che questa premiazione è stata inserita nell’ambito della manifestazione “Radicele” in quanto i due eventi, anche se hanno vita propria, sono legati fra loro dal filo conduttore dell’agricoltura e della campagna.

Come segno di stima nei confronti del prefetto e del questore, il presidente della Pro Loco Debora Lotto ha consegnato loro tre volumi che sintetizzano, come ha illustrato Edoardo Comiotto, lo spirito dell’Associazione e dello zumellese: i cataloghi delle apprezzate mostre (coordinate dall’appassionato Renzo Limana) del noto pittore zumellese Luigi Cima, dell’indimenticato collaboratore Francescon che con le sue accattivanti fotografie ha colto gli scorci più suggestivi della Val Belluna e del poeta Zumellese Ignazio Chiarelli che con la sua poesia è riuscito a racchiudere il sentimento vero di un mondo rurale ormai dimenticato e dei sentimenti degli affetti che sono ancora vivi in tutti noi.

Il consigliere regionale Dario Bond ha dato plauso a questa iniziativa ricordando l’importanza del settore agricolo perché la qualità della vita passa attraverso la quotidiana presenza sul territorio degli agricoltori. “Indubbiamente la zootecnia da latte è il settore portante dell’agricoltura bellunese e come tale deve rimanere, ma anche altre attività minori possono inserirsi bene nel nostro territorio e trovare soddisfazione economica come la frutticoltura o la viticoltura.”

angelo sovilla e sorellaIl Premio, suddiviso in una sezione Comunale e una provinciale, è sto conferito rispettivamente all’allevatore zumellese Angelo Sovilla con la seguente motivazione:

 

“Per avere creduto tenacemente nel settore zootecnico investendo in strutture e attrezzature sviluppando l’azienda che non solo crea beneficio diretto alla famiglia e all’indotto, ma anche alla collettività con lo sfalcio e la gestione del territorio.”

 

 

valentina e marco de baccoIl Premio Provinciale è stato conferito all’ azienda vitivinicola “De Bacco di Feltre di Marco e Valentina con la seguente motivazione:

“Per avere creduto nel rilancio della coltivazione della vite nel territorio bellunese portando l’entusiasmo giovanile a frutto con il recupero di vitigni abbandonati e avere dimostrato che con l’ impegno e la capacità professionale si possono intraprendere e raggiungere ottimi risultati anche in un settore che economicamente era stato dimenticato.”

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.