Saturday, 20 January 2018 - 20:47

Primo maggio, l’assessore regionale Elena Donazzan all’Acc di Mel con i lavoratori: “Questa è una guerra e ognuno deve fare la sua parte, a cominciare dal nuovo governo”

Mag 1st, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore

acc donazzan“Questa è una guerra e se non vogliamo che ci siano altre vittime il nuovo Governo nazionale dovrà attuare una politica industriale forte anche nei confronti dell’estero. Solo così si potranno fare valere le ragioni del territorio su tutte quelle multinazionali che trattano le nostre realtà produttive come pezze da piedi. Questo clima di unità nazionale può essere di aiuto in un momento in cui il lavoro deve essere messo al centro al di là di qualsiasi steccato ideologico”.

A dirlo è stata l’assessore regionale alle politiche del lavoro Elena Donazzan che questa mattina ha festeggiato il Primo maggio davanti allo stabilimento Acc di Mel (Belluno), realtà che dà lavoro a 630 dipendenti e che attualmente sta attraversando una profonda crisi. Alla manifestazione hanno partecipato tutte le sigle sindacali, i consiglieri regionali Dario Bond (Pdl) e Sergio Reolon (Pd), diversi sindaci e amministratori della zona, i parlamentari bellunesi e i rappresentanti dei lavoratori di diverse aziende del Bellunese, dalla Invensys alla Fedon, passando per Luxottica e Ideal Standard di Trichiana. Un messaggio augurale è arrivato anche dal vescovo di Vittorio Veneto Pizziolo.

Davanti ai lavoratori Donazzan ha ricordato l’importanza della “coesione territoriale” e di come l’Acc rappresenti un modello di riferimento in questa fase di profonda difficoltà per tutte le situazioni di crisi nel Veneto: “Attorno all’Acc si è creato un movimento positivo fatto di lavoratori, sindacati e Istituzioni. Ognuno ha fatto e sta facendo la sua parte con impegno e sacrificio”.

L’assessore ha ribadito di seguire con attenzione l’evolversi delle trattative su Acc e ha confermato l’interesse di una cordata italiana seriamente intenzionata all’acquisizione dello stabilimento zummellese.

Donazzan si è poi intrattenuta a lungo con i lavoratori e le rappresentanze sindacali.

 

 

Share

One comment
Leave a comment »

  1. Molto elegante con le scarpette tricolori e le mani in tasca. Vera signora italiota.

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.