Tuesday, 21 November 2017 - 19:41

Giovane mamma spacciava marijuana col passeggino. Sgominata dalla Guardia di Finanza una gang di spacciatori operante tra Belluno e Castelfranco Veneto

Apr 18th, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

guardia di finanzaLe indagini delle Fiamme gialle di Belluno, coordinate dal pubblico ministero Roberta Gallego, avevano preso spunto alcuni mesi fa, nell’ambito della diuturna attività di controllo economico del territorio operata dalle pattuglie “117” del Comando provinciale di Belluno.

I finanzieri avevano notato uno strano viavai di ragazzi presso l’abitazione di uno degli indagati, D.N.A. ventisettenne bellunese, già noto alle Forze dell’ordine per aver avuto in passato problemi con la Giustizia.

Dopo alcuni appostamenti, i militari della Sezione mobile del Nucleo di Polizia tributaria di Belluno fermavano un ventenne bellunese, che si allontanava a piedi dall’abitazione dell’indagato, con addosso l’equivalente di €. 200,00 di marijuana. Per il giovane scattava la segnalazione al prefetto per uso personale di stupefacenti.

Le successive intercettazioni telefoniche autorizzate dall’Autorità giudiziaria consentivano alle Fiamme Gialle di “ascoltare” altri due bellunesi, S.M. ventiseienne e V.E. ventitreenne, che erano soliti affiancare l’indagato nei suoi frequenti viaggi a Castelfranco Veneto (TV) per rifornirsi di stupefacenti, pronti essi stessi a trasformarsi in spacciatori in prossimità di bar e pub di Belluno.

Le indagini hanno consentito di identificare anche i fornitori castellani, una giovane coppia composta da H.M. ventiquattrenne marocchino e D.P.N. ventiduenne originaria di Belluno.

I due, oltre a rifornire gli spacciatori bellunesi, giungevano direttamente in città per spacciare, come nel caso della giovane mamma che, arrivata in treno a Belluno con figlio e passeggino al seguito, ha trascorso la mattinata in giro per il centro alla ricerca di clienti cui vendere la droga.

All’esito delle investigazioni, i finanzieri bellunesi hanno denunciato a piede libero alla locale Autorità Giudiziaria i cinque spacciatori, uno dei quali è stato sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora nel Comune di Belluno, giusta ordinanza emessa dal G.I.P. presso il locale Tribunale.

Nel corso delle indagini sono stati sequestrati circa 50 grammi di hashish, 25 grammi di marijuana , 337 semi di canapa indiana, 3 cilum, 1 bilancino di precisione, 1 “macina con cernitore per infiorescenze” ed una serra da interni completa di lampada per la coltivazione della canapa indiana.

 

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.