Wednesday, 22 November 2017 - 16:34

Elezione del presidente della Repubblica. Prodi provocherebbe la cancellazione di Berlusconi dalle attuali carte geo-politiche

Apr 17th, 2013 | By | Category: Lettere Opinioni, Prima Pagina

La confusione è molta e diventa sempre più difficile valutare con lucidità le attuali dinamiche politiche, anche torti e ragioni vanno e vengono con preoccupante frequenza.

Però due paroline su una piccola questione crediamo vadano dette.

Tagliando corto, e pensando anche ad un’Europa “nel bene e nel male”, un’idea sul sig. Prodi Romano oggi non può essere sottaciuta.

In tempi non lontani lo abbiamo pure votato, senza problemi né eccessivi pentimenti, ma questo non c’entra con l’idea, quella è molto, molto più fastidiosa.

Perché secondo noi non esiste un Paese europeo, almeno dalla metà del secolo scorso ad oggi, in cui un governo sia stato mandato a casa per 2 volte utilizzando metodi e soluzioni incompatibili con qualsiasi Costituzione.

E come doveroso allegato non siamo neppure a conoscenza di altri posti in Europa in cui si debba subire una legge elettorale evidentemente truffaldina come la nostra. Proveniente anch’essa dal medesimo “pensatoio”.

Esiste ancora, invece, quella destra della corruzione globale che ha prodotto questi ed altri capolavori.

Ed esiste un Berlusconi che dopo aver sviluppato e coordinato tutte le piacevolezze che ben sappiamo, ora vuole utilizzare l’elezione del Capo dello Stato per evitare eventuali (dovute) complicanze, ed arrivare velocemente e “bello fresco” alle prossime politiche. In un ambito di positivo disastro.

Per cui, cari grandi elettori, secondo noi esiste un solo voto possibile:

Prodi alla Presidenza della Repubblica.

Ovviamente non siamo troppo affezionati a questo tipo di Stato, magri risultati ed incredibili casini sono sotto gli occhi di tutti.

Ma crediamo che scegliere Prodi come Presidente sarebbe semplicemente una cosa corretta, l’affermazione di una verità palese e necessaria, un chiudere alcuni conti per chiudere un’epoca che e’ durata fin troppo.

Evidentemente non sappiamo come andrà a finire, la partita a scacchi dei palazzi romani potrebbe riservarci le soluzioni più diverse, dalla più allegra alla più vomitevole.

Ma preferiamo pensare in positivo, e credere alla profezia di Grillo secondo la quale l’elezione di Prodi provocherebbe la cancellazione di Berlusconi dalle attuali carte geo/politiche.

E se dovesse succedere, già lo sappiamo, sarà dura… ma sapremo soffrire in silenzio.

Barbieri Moreno

Fiabane Max

Share

3 comments
Leave a comment »

  1. Rodotà!!!

  2. Lucaniche!

  3. Dopo la pantomima delle ultime 36, più che mai, Grillo docet: Italia finita! A questi soggetti non interessa nulla del paese, nè sono disposti a cambiare i loro piani, nè tanto meno i caposaldi della loro azione politica! Leggasi: da questi non si otterrà mai nulla che non garantisca i loro interessi!
    Via da questa “organizzazione criminale” quanto prima: Belluno autonoma nel Veneto indipendente.

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.