13.9 C
Belluno
lunedì, Maggio 25, 2020
Home Cronaca/Politica Arpav: la critica delle Rsu sulla gestione dell'ente

Arpav: la critica delle Rsu sulla gestione dell’ente

Arpav“L’attuale situazione economica di Arpav è molto grave, e le cause sono tante e tutte ormai ben note”.

Lo affermano le Rsu rappresentanze sindacali unitarie in un documento approvato dall’assemblea dei lavoratori riuniti a Vicenza a seguito della chiusura del laboratorio.

“Non è ancora stato corrisposto tutto il finanziamento stanziato per quest’anno dalla Regione: mancano ancora 15 milioni di euro. La precedente Direzione Generale ha lasciato debiti macroscopici per spese spesso irragionevoli (l’acquisto del battello oceanografico, le costosissime consulenze, l’acquisto di nuove sedi faraoniche – molto costose e non sempre necessarie, per di più pagate con i soldi destinati all’esercizio – l’inutile raddoppio di strutture gestionali, l’acquisto di strumenti informatici strapagati e inadeguati, la mancanza di oculatezza persino nell’acquisto di beni di consumo ordinari….);

Proprio a causa di queste spese sostenute con il denaro destinato all’esercizio, ARPAV ha numerosi debiti con i fornitori, che aumentano le sue esposizioni finanziarie; Per gli stessi motivi, negli ultimi anni ARPAV ha anche maturato debiti nei confronti dei propri dipendenti”.

“Non si è mai proceduto a un reale contenimento dei costi relativi all’apparato dirigenziale: ai dirigenti si sono sempre pagate laute buone uscite, e la pianta organica dirigenziale è sempre cresciuta negli anni, tanto che adesso ci ritroviamo con 1 dirigente ogni 9 dipendenti, e con dirigenti privi di dipendenti subordinati. Si sono voluti tagliare solo i settori produttivi, mentre sono aumentate le posizioni dirigenziali di strutture non operative”.

“Un ambiente sano è sinonimo di salute – conclude il documento – in questo senso l’Agenzia per l’Ambiente è a pieno titolo parte integrante del Servizio Sanitario e tale deve restare: deve rimanere un ente al servizio della collettività in grado di garantire la promozione della salute.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Mondiali sci Cortina. De Menech: “Comprensibile il rinvio al 2022”

Belluno, 25 maggio 2020  «Era tutto pronto, dal punto di vista organizzativo e sportivo, ma la decisione del Coni e della Fisi di spostare di...

Appena uscito dal carcere ruba un’auto e due bici. Arrestato dalla Volante e incarcerato in un’ora

E' durata poco la libertà a B.A.S. tunisino 50enne con precedenti penali, che appena scarcerato dalla Casa circondariale di Baldenich ha ripreso immediatamente il...

Perarolo di Cadore. Conclusa l’istruttoria del Pat, domani l’approvazione in Provincia

Sarà portato in consiglio provinciale domani (martedì 26 maggio) il Pat del Comune di Perarolo. Un Piano di Assetto del Territorio che punta soprattutto...

Assistenti civici. De Carlo: “Ai comuni serve gente che lavori. Perché non obbligare i percettori del reddito di cittadinanza?”

"Ai comuni serve gente che prenda una scopa per pulire le strade, o accenda un decespugliatore per sfalciare i prati, non che stia in...
Share