Thursday, 19 September 2019 - 21:47
direttore responsabile Roberto De Nart

Economia bellunese. Bond: “Boccata di ossigeno per imprenditoria giovanile e mercato edile”

Apr 8th, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Lavoro, Economia, Turismo, Prima Pagina
Dario Bond

Dario Bond

“Il momento non è facile, ma l’importante è non lasciarsi sfuggire anche le opportunità che ci sono e che possono costituire più di una boccata d’ossigeno. Si va dal nuovo piano casa alle risorse aggiuntive per la legge 18”.

A dirlo è il capogruppo del Pdl in Consiglio regionale Dario Bond che questa mattina in Camera di Commercio di Belluno ha partecipato a un tavolo sull’economia provinciale con le rappresentanze istituzionali del territorio e le categorie.

“Ho voluto improntare il mio intervento sugli strumenti messi in campo dalla Regione e che a mio avviso devono essere pubblicizzati il più possibile”.

E’ il caso dei bandi per l’imprenditoria giovanile e femminile presentati a sportello a partire dal 4 febbraio scorso: “Posso rassicurare che le domande provenienti dal Bellunese e ritenute ammissibili saranno tutte evase, questa è una prima buona notizia per chi crede nel territorio e continua a investire nonostante i tempi. Si va dai negozi di estetica a quelli che si occupano di tecnologia”.

Una seconda buona notizia riguarda il mercato edile: “La Regione”, annuncia Bond, “si prepara a predisporre il suo nuovo piano casa. Sarà uno strumento ancora di più ritagliato sulle esigenze dei singoli territori. In questi anni di applicazione si è capito che le soluzioni devono essere personalizzate e rese più elastiche. Il nostro mercato edile, ormai asfittico, ha bisogno di misure come questa”.

Capitolo a parte la Legge 18 del 1994, la norma a favore delle imprese bellunesi, che – proprio grazie a un emendamento di Bond – è stata rimpolpata con due milioni di euro nella recente manovra finanziaria regionale. “Risorse a cui potrebbero aggiungersene delle altre nel corso del 2013”, sottolinea Bond. “Sul punto ho ricevuto precise rassicurazioni dall’assessore Isi Coppola”.

Sul tavolo anche il rinnovo dei futuri disciplinari con l’Enel: “E’ un processo che dobbiamo governare per portare nuove risorse sul territorio partendo dal grande patrimonio di centrali presente sul territorio”.

Non solo. Durante la tavola rotonda Bond ha annunciato che fra qualche giorno a Venezia scenderà una delegazione di bellunesi per discutere e approfondire la proposta di legge 292 – quella derivante dal Libro bianco della Montagna – e le nuove risultanze emerse venerdì scorso durante il dibattito organizzato dalla Fondazione Colleselli al Centro Giovanni XXIII di Belluno.

 

Share

2 comments
Leave a comment »

  1. Si come no. Vasta ciacole. Il territorio muore e la regione se ne frega!

    Via dal Veneto!

  2. Boccata d’ossigeno?!
    Ma di cosa vanvera?!