Wednesday, 22 November 2017 - 13:17

Siamo ancora l’Italia degli spaghetti, mafia e camorra. Ecco cosa dice di noi la stampa estera

Apr 1st, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore

spaghetti mafiaOggi, giorno di Pasquetta, proponiamo un’istantanea tratta dai quotidiani stranieri (The Washington Post, Daily Express, Frankfurter Allgemeine Zeitung), che a quanto pare prendono le distanze dal Bel Paese. Forse anche alla luce degli ultmi sviluppi della politica.

“L’estorsione è l’attività illegale che meglio si accosta alla politica. – scrive il Washington Post – Infatti, si fonda sulla organizzazione e la violenza attributi specifici della dimensione statuale. Dà quindi vita a una organizzazione che punta a conquistare il monopolio territoriale della violenza, in diretta concorrenza con lo Stato”.

E ancora (Daily Express) : ” L’estorsione si manifesta in tanti modi, ossia come richiesta di compensi per prestazioni di servizi pubblici, per procurarsi un appalto pubblico con sistemi illegali e/o violenti, per offrire protezione e ordine in cambio di pagamenti in denaro”.

Il ritratto italiano prosegue con il Frankfurter Allgemeine Zeitung, che dice:

“Il camorrista moderno conosce anticipatamente a chi verrà aggiudicato l’appalto di questa o di quella amministrazione, regola la vendita dell’asta pubblica, ne svia le maggiori offerte, concerta e mena a termine questue e feste di beneficenza da cui detrae lauta sua spettanza. Inizia e “protegge” case da gioco e di prostituzione prestandosi a fornire i capitali che gli vengono poi resi quintuplicati, dispone della servitù di tutto il quartiere, ed in caso di elezioni, per logica conseguenza, del pacchetto di voti, secondo la sua importanza e secondo gli anni della sua carriera. Il camorrista moderno conosce ed è conosciuto da tutte le autorità locali; qualche volta è nominato “notabile” municipale del quartiere, e mercé le sue raccomandazioni, gli abitanti ottengono dei favori delle concessioni”.

 

Share

5 comments
Leave a comment »

  1. E hanno ragione!

  2. Ringraziamo la Banda Berlusconi…

  3. Questa é li’taglia! Il nostro problema é che i confini sono sbagiati e che ormai gli effetti deleteri della colonizzazione talina sono difficilmente reversibili

  4. Purtroppo non basta offendersi.
    In molti casi ciò che la stampa estera sottolinea, corrisponde al vero.
    L’italia espone ciò che ha, nel bello, ma soprattutto nel brutto. La questione sta se noi tutti vogliamo sentirci rappresentati da una realtà tanto negativa quanto inequivocabilmente non appartenente a tutte le aree. Da parte mia ho fatto la scelta di ragionare in termini di INDIPENDENZA VENETA.

  5. Offendersi? Non e’ il caso, meglio vergognarsi. Dedicando anche qualche lacrimuccia a quell’alleanza destra+lega che ha politicamente spianato la strada proprio alle attuali vergogne.

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.