Friday, 15 November 2019 - 20:31
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Ponte nelle Alpi: un’interrogazione dei consiglieri di minoranza sulla manutenzione ordinaria e la sicurezza dell’area ex Grey e della stazione ferroviaria

Mar 30th, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina
Stazione ferroviaria di Ponte nelle Alpi

Stazione ferroviaria di Ponte nelle Alpi

“In un momento di grave crisi economica e sociale potrebbe sembrare superfluo occuparsi dei piccoli lavori, dei marciapiedi del degrado e delle pulizie dei luoghi pubblici, ma non è così”.

Lo scrivono i tre consiglieri di minoranza del Gruppo “Voto per Ponte” in Comune di Ponte nelle Alpi, in un’interrogazione presentata oggi.

“La frazione di Paiane evidenzia sempre le stesse richieste da anni – osservano i consiglieri dell’opposizione -. Sono decenni che si parla della piazza a fianco del piccolo teatro, e dei problemi legati alla viabilità e sicurezza senza che nulla si sia fatto”.

Ma c’è anche un ‘altra questione sulla quale i consiglieri dell’opposizione puntano il dito.

Si tratta del degrado di Via Papa Luciani, l’abbandono della Stazione Ferroviaria e l’occupazione ormai permanente dell’area comunale.

“Sono ormai molti anni – prosegue la nota – che l’area comunale denominata “ex Grey” sede dei magazzini comunali, è condivisa in pianta stabile da autocarri e roulotte per spettacoli viaggianti. Inizialmente si trattava di un autocarro, ma nel corso degli anni le presenze sono via via aumentate sino a registrare presenze anche di 5 autocarri e roulotte provenienti da varie parti.

Quest’ultimo problema è al momento il più sentito, dopo che si sono verificati diversi furti in zona (anche le finestre della Stazione) e dopo l’arresto in fragranza di reato di un paio di giostrai di Ponte nelle Alpi.

Al fine di alleviare il sospetto su queste persone e di garantire maggiore tranquillità agli abitanti della zona – concludono i consiglieri –  è giunta l’ora di liberare l’area comunale, affinché il paese se ne possa appropriare e di cercare di adibirla a nuove attività e di renderla sicura e decorosa”.

 

 

Share

Comments are closed.