Sunday, 17 November 2019 - 07:07
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Il Lions Club Belluno Host conferma il suo impegno per la casa di riposo di Longarone. Andrea Rova: “I Lions continuano nello spirito di servizio di cinquant’anni fa”

Mar 29th, 2013 | By | Category: Prima Pagina, Società, Associazioni, Istituzioni

lionsIl Lions Club Belluno Host ha un legame molto forte con la Casa di Longarone perché fu questo Club che nel lontano 1963 ebbe l’idea di intervenire concretamente con quest’opera umanitaria. Dagli atti del Club si può, infatti, rilevare che il 15 ottobre 1963 i soci si riunirono in assemblea straordinaria per fare il punto della grave situazione venutasi a creare nel disastro del Vajont. Dopo i primi interventi, i Lions si resero conto che bisognava operare in maniera più mirata e coordinata con gli Enti preposti e con il Sindaco di Longarone. Da questi contatti scaturì l’idea di costruire una casa di riposo che trovò l’entusiastica partecipazione non solo dei Club locali, ma anche di tutti i Lions italiani. Le ferite di Longarone erano grandi e notevoli furono gli sforzi per la realizzazione dell’opera, basti pensare che l’area assegnata fu cambiata tre volte. L’idea dei Lions di costruire un’opera così altamente umanitaria fu ampliamente diffusa dalla stampa nazionale ed estera. Il quotidiano “L’arena di Verona”, che aprì una sottoscrizione tra i lettori, prese contatto con il Club e unì le sue risorse per questo fine, così come la Croce Rossa Italiana e quella Svizzera. Fu così che il 26 aprile 1968 fu posata la prima pietra e furono presi gli accordi per la donazione dell’opera al Comune di Longarone. L’opera fu consegnata, completamente arredata e funzionante, l’otto novembre 1970.

Da quell’anno il Lions Club Belluno Host ha sempre avuto con la Casa di riposo un proficuo rapporto collaborativo. In particolare una delegazione di Lions ha organizzato momenti di convivialità e di festa con gli ospiti della struttura portando, oltre che dei beni di utilità pratica, momenti di serenità e di gioia.

Sentita l’esigenza della struttura di doversi dotare di una lava-pentole, il Club ha recentemente donato al Comune di Longarone, con un semplice simbolica cerimonia, questa nuova e utile attrezzatura.

Il Sindaco Roberto Padrin ha ringraziato, in nome dell’intera comunità longaronese, il Lions Club Belluno Host per questo rinnovato gesto di solidarietà che va a superare la problematica concernente il blocco economico imposto dal patto di stabilità.

Il direttore della struttura Arrigo Boito ha confermato la bontà di questa donazione che permette di liberare risorse umane che possono essere più proficuamente impegnate in altre attività. Il sindaco Padrin e Boito hanno ringraziato i Lions anche per le varie attività di animazione che sono svolte presso la Casa di Riposo e il poeta Osvaldo Noro che in queste occasioni si presta con la sua spontanea simpatia a intrattenere gli ospiti. Il Presidente del Club Andrea Rova ha confermato e rinnovata la vicinanza dei Lions a questa struttura, vicinanza che si è espressa in cinquant’anni di umana e solidale partecipazione.

 

Nella foto da sinistra:

Responsabile cucina, direttore Arrigo Boito, Angelo Baraldo responsabile Service Casa di Riposo di Belluno, Segretario Club Roberto Lante, Presidente Club Andrea Rova, Osvaldo Noro, Sindaco Roberto Padrin e Francesco Tomassi responsabile del Service della Casa di riposo di Longarone.

 

 

 

 

 

 

Share

Comments are closed.