Wednesday, 20 November 2019 - 01:24
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Agenzia delle entrate a confronto con Donne impresa. Un seminario con le imprenditrici sugli accessi dell’Amministrazione nelle aziende

Mar 27th, 2013 | By | Category: Lavoro, Economia, Turismo, Prima Pagina

confartigianato imprese bellunoAgenzia delle Entrate di Belluno a confronto con Donne Impresa: un appuntamento che ha riscontrato un’ampia partecipazione di pubblico. Invitato dal gruppo delle imprenditrici aderenti a Confartigianato Belluno, il dott. Isidoro Grasso, capo ufficio controlli della Direzione Provinciale assieme al dott. Domenico Vargiu, Direttore Provinciale dell’Agenzia delle Entrate di Belluno, martedì 26 marzo, ha illustrato il modus operandi dell’Amministrazione in merito ad accessi, ispezioni e verifiche nelle aziende.

L’iniziativa rientra nel ciclo di incontri che Donne Impresa Belluno, guidata da Ivana Del Pizzol, sta organizzando con Enti e Amministrazioni preposti alla vigilanza e ai controlli nelle imprese, al fine di far acquisire alle imprenditrici le conoscenze perché tali accessi rientrino in un quadro di routine e non di disagio del fare impresa.

Il Direttore provinciale e il Capo ufficio controlli dell’Agenzia delle Entrate di Belluno , in apertura dei lavori, hanno sottolineato il significato e l’unicità di simile incontro.

Il dott. Isidoro Grasso ha, quindi, presentato le modalità e le metodologie adottate dall’Amministrazione per gli accertamenti, oltre a percentuali e numeri dell’operatività dell’Ufficio bellunese: una media di 500-600 controlli all’anno su aziende in provincia.

Molto dettagliata, anche, la disamina sulle differenze tra accertamenti con presunzione e accertamenti induttivi, sui quali si concentra prevalentemente l’azione dell’Amministrazione a Belluno, interessandosi in modo diverso agli accertamenti riferiti agli studi di settore (utilizzati normalmente come fonte di innesco per effettuare gli altri accertamenti) .

Interessante, inoltre, la parte che il dott. Grasso ha affrontato in merito alle prove e alle garanzie del contribuente, tanto per ricordare: controlli su movimenti bancari, accessi a file nei computer e acquisizione di qualsiasi tipo di documentazione presente nell’azienda che possa comprovare l’intento elusivo di ricavi. Azioni tutte possibili per l’Agenzia delle Entrate, nelle modalità stabilite delle norme vigenti.

 

Share

Comments are closed.