Wednesday, 20 November 2019 - 02:01
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Sabato a Una montagna di libri Luciano Canfora presenta “E’ l’Europa che ce lo chiede. Falso!”

Mar 26th, 2013 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Pausa Caffè

“La sinistra dovrà abbandonare l’attuale modo di essere: gente benestante che discetta frivolmente su come convincere chi marcia con 700/1000 euro al mese a rassegnarsi ai sacrifici in attesa di un futuro migliore”. Saranno lo spirito libero (e molto anticonformista) e la grande cultura storica di Luciano Canfora i protagonisti dell’ultimo incontro della VII Edizione di Una Montagna di Libri, la rassegna di incontri con l’autore di Cortina d’Ampezzo, che dà appuntamento all’estate. Lo storico (tra i maggiori esperti italiani del mondo classico), ed editorialista del Corriere delle Sera, lo farà con il suo nuovo, infuocato best-seller, “È l’Europa che ce lo chiede!” Falso! (Laterza).

Appuntamento sabato 30 marzo alle ore 18, presso il Palazzo delle Poste di Cortina, Sala Cultura. Condurrà l’incontro Francesco Chiamulera.

Luciano Canfora insegna Filologia classica all’Università di Bari. Dirige i Quaderni di storia e collabora con il Corriere della Sera. È autore di molte opere, più volte ristampate e molte delle quali tradotte nelle principali lingue. Tra le sue numerose pubblicazioni, La storia falsa (Rizzoli 2008), La biblioteca scomparsa (Sellerio 2009), Il viaggio di Artemidoro (Rizzoli 2010). Il mondo di Atene (2011), l’ultimo volume per Laterza, ha avuto quattro edizioni in un anno.

IL LIBRO. Aumenta il profitto di pochi e si riduce il reddito di molti. Il dogma qual è? Che il profitto non si tocca, è sacro, così come è diventato sacro lo strapotere bancario e speculativo. E’ da queste considerazioni che prende spunto Luciano Canfora per il suo ultimo saggio, che fa parte della nuova collana “Idòla”. Non c’è quasi più bisogno di contese elettorali. È qui la lezione amara. È qui che l’‘europeismo’ d’accatto perde la maschera. Tutti i sistemi politici (non solo in Europa) stanno accentuando il loro carattere oligarchico. Nei paesi “deboli” dell’Unione Europea il sistema rappresentativo-elettivo-parlamentare è morto. Quali sistemi politici stiano per essere progettati o realizzati è difficile dire.

 

Share

Comments are closed.