13.9 C
Belluno
martedì, Maggio 26, 2020
Home Pausa Caffè A Trichiana, partito il progetto “Neo amico”: doposcuola e integrazione per bambini...

A Trichiana, partito il progetto “Neo amico”: doposcuola e integrazione per bambini stranieri, in 15 incontri, il mercoledì e venerdì pomeriggio, fino al 12 aprile

Anche quest’anno, per il quarto anno consecutivo, ha preso avvio il progetto “Neo-amico”, rivolto agli studenti stranieri non comunitari delle scuole primaria e secondaria del Comune di Trichiana, organizzato dall’Amministrazione comunale nell’ambito del “Piano triennale regionale immigrazione 2010-2012”, promosso e finanziato attraverso il contributo della Regione Veneto.

Il progetto è finalizzato alla promozione di azioni di integrazione sociale e scolastica, a favore di cittadini stranieri non comunitari e prevede lo sviluppo di una serie di azioni in riferimento a diverse aree di intervento.

Il Comune di Trichiana ha individuato quale area prioritaria di intervento l’insegnamento della lingua italiana attraverso corsi di lingua svolti in piccoli gruppi per favorire l’inserimento degli alunni stranieri nel contesto scolastico e sociale in cui vivono.

“E’ un progetto – spiega Tamara Rosset, consigliere che segue in particolare questa attività – cui teniamo molto fin da quando lo abbiamo avviato, nella convinzione che offrire ai piccoli concittadini l’opportunità di superare le difficoltà linguistiche sia un’azione importante per favorirne l’accoglienza e per dare loro strumenti che li rendano autonomi. Il percorso fatto nelle diverse edizioni ha confermato questa convinzione e ci ha permesso di registrare esperienze positive, sia per la partecipazione dei piccoli stranieri, sia per il coinvolgimento riuscito soprattutto con alcuni coetanei”.

“Le difficoltà rimangono, – conclude il consigliere Tamara Rosset – anche legate ai drastici tagli dei finanziamenti in questo settore. Oltre al personale del Comune che segue la parte di progettazione, di contatto con le famiglie e di organizzazione, ringrazio l’insegnante, Tiziana Lorenzet, e tutte le persone che finora hanno collaborato a questa attività: è soltanto la loro preparazione e la loro convinzione nell’importanza dei valori dell’integrazione e dell’accoglienza fiduciosa di ciò che appare diverso che hanno reso possibile, finora, nonostante le difficoltà, un percorso di integrazione ricco di risultati. Ringrazio anche i tanti volontari che collaborano gratuitamente per i trasporti e per altri servizi, rendendo possibile l’attività a costi sostenibili”.

I partecipanti al corso di quest’anno sono 13, di età compresa tra i 7 e gli 11 anni, provenienti da Kosovo, India, Marocco, Algeria e Repubblica Dominicana, suddivisi in due gruppi omogenei in relazione all’età e alle classi frequentate.

Il corso prevede un numero complessivo di 15 lezioni, ciascuna della durata di un’ora e mezza, che si svolgeranno presso un’aula della scuola primaria di Trichiana ogni mercoledì e venerdì pomeriggio fino al 12 aprile 2013.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Giustizia di prossimità, un ufficio Uepe a Belluno. Addamiano: ”Costituiti i primi nuclei di Polizia penitenziaria da destinare direttamente agli Uffici di esecuzione penale...

“E’ ufficiale, sono stati costituiti i primi nuclei di Polizia penitenziaria da destinare direttamente agli Uffici di esecuzione penale esterna (Uepe). Vi sono inoltre...

Mondiali sci Cortina. De Menech: “Comprensibile il rinvio al 2022”

Belluno, 25 maggio 2020  «Era tutto pronto, dal punto di vista organizzativo e sportivo, ma la decisione del Coni e della Fisi di spostare di...

Appena uscito dal carcere ruba un’auto e due bici. Arrestato dalla Volante e incarcerato in un’ora

E' durata poco la libertà a B.A.S. tunisino 50enne con precedenti penali, che appena scarcerato dalla Casa circondariale di Baldenich ha ripreso immediatamente il...

Perarolo di Cadore. Conclusa l’istruttoria del Pat, domani l’approvazione in Provincia

Sarà portato in consiglio provinciale domani (martedì 26 maggio) il Pat del Comune di Perarolo. Un Piano di Assetto del Territorio che punta soprattutto...
Share