Thursday, 14 November 2019 - 16:19
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Trasporto ferroviario bellunese, orario cadenzato. Reolon: “Per Venezia-Calalzo sarebbe la fine. Garantire corse dirette”

Mar 20th, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina
Sergio Reolon

Sergio Reolon

“L’ipotesi di nuovo orario ferroviario estivo, con l’introduzione dell’orario cadenzato è un’ottima cosa, ma le modalità pensate per la Venezia-Calalzo, rappresenterebbero di fatto l’avvio della chiusura della linea”.

A dirlo il consigliere regionale del Pd, Sergio Reolon, che oggi in aula, oltre a dare sostegno pieno all’iniziativa dei sindaci in difesa trasporto ferroviario, ha sollevato il tema dei disagi e dei disservizi del trasporto ferroviario regionale, con particolare riferimento ai collegamenti che interessano la provincia di Belluno.

“Verrebbero eliminate le corse dirette e ci sarebbe sempre il cambio a Conegliano, senza dimenticare che per alcune corse si prevede la sostituzione con bus. E’ invece necessario che rimanga attiva una serie di corse dirette e che non si parli di corse sostitutive”.

Reolon ha inoltre ribadito la proposta di “mettere a gara il servizio Calalzo-Padova e Belluno-Venezia perché Trenitalia ha dimostrato in tutti i modi di non essere interessata a questi servizi, penalizzando così i nostri pendolari. Si tratta invece di collegamenti indispensabili, soprattutto in questi tempi di crisi e di necessità di risparmiare da parte degli utenti. Chiaramente la gara non deve essere fatta per la tratta Belluno-Conegliano, bensì per la Belluno-Venezia e la Calalzo-Venezia, dando appunto la possibilità di fare corse dirette”.

Share

One comment
Leave a comment »

  1. Stesso problema, rappresentanti regionali in ordine sparso: ognuno dice la sua (Toscani da parte sua tace). E’ così che si lotta uniti per Belluno?