Friday, 15 November 2019 - 22:45
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Rifiuti. Veneto sempre più virtuoso: pronto il nuovo piano consultabile sul sito della Regione

Mar 15th, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore
Maurizio Conte

Maurizio Conte

Il 5 marzo scorso la Giunta regionale su proposta dell’Assessore alle politiche ambientali Maurizio Conte ha adottato il nuovo piano di gestione dei rifiuti che va ad aggiornare lo strumento attualmente in vigore, risalente al 2004. Una delle maggiori novità è che, considerata l’evoluzione della gestione dei rifiuti nel Veneto, si è deciso di uniformare, all’interno di un unico elaborato, tutta la pianificazione in materia di gestione di rifiuti sia urbani che speciali. La documentazione è da oggi consultabile sul sito della Regione all’indirizzo:

http://www.regione.veneto.it/web/ambiente-e-territorio/piano-gestione-rifiuti.

La nuova pianificazione, si conforma alla “gerarchia di priorità per la gestione dei rifiuti” contenuta nella Direttiva Europea, partendo dalla riduzione della quantità e pericolosità dei rifiuti, sia mediante azioni di prevenzione, sia mediante il riutilizzo e il recupero di materia, privilegiando inoltre altre forme di recupero, anche energetico, rispetto allo smaltimento finale in discarica.

“Per la raccolta differenziata dei rifiuti urbani – sottolinea l’assessore Conte – l’obiettivo posto è raggiungere con le azioni previste una quota del 65% entro il 2015 e del 70% entro il 2020”. La produzione totale di rifiuti urbani nel 2011 è stata di oltre 2 milioni 305 mila tonnellate, con una produzione annuale pro capite di 465 kg per abitante, tra le più basse a livello nazionale, nonostante il PIL e le presenze turistiche siano elevati. E’ stata raccolta in modo differenziato una quantità di rifiuti pari a un milione 394 mila tonnellate, raggiungendo una media del 60,5% del totale. Per quanto riguarda i rifiuti speciali, i dati (riferiti al 2010) mostrano una produzione di circa 15 milioni di tonnellate, di cui un milione di rifiuti pericolosi, 7,9 milioni di non pericolosi e 6,1 milioni di rifiuti non pericolosi derivanti da costruzione e demolizione.

Quanto prima sarà pubblicato sul BUR l’avviso di adozione dei documenti di Piano e da quella data decorreranno 60 giorni di tempo per la presentazione delle osservazioni. Conclusa la fase consultiva tutta la documentazione verrà trasmessa al Consiglio regionale per la definitiva approvazione.

Share

Comments are closed.