Sunday, 17 November 2019 - 00:20
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

L’esecutivo dei sindaci sul Codivilla di Cortina. Presto un altro incontro con i consiglieri regionali bellunesi e la direzione strategica della Ulss 1 di Belluno

Mar 14th, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore, Sanità

ospedaleL’esecutivo dei sindaci della Ulss 1 di Belluno si è riunito oggi d’urgenza a seguito della fine della sperimentazione della forma gestionale mista pubblico/privato del Codivilla di Cortina, stabilita dal Consiglio regionale veneto.

L’esecutivo, che non è entrato nel merito delle scelte del Consiglio regionale, ritiene però importante ribadire le indicazioni che erano state espresse nel 2011 nel documento “Una provincia di montagna, una sanità di montagna”, allegato alle osservazioni sul Piano socio sanitario regionale 2012-2014.

Tali indicazioni prevedevano che l’eventuale ritorno al pubblico del Codivilla Putti fosse subordinato al mantenimento del numero dei posti letto degli altri ospedali della Ulss 1 di Belluno.

Il documento, infatti, ribadiva la necessità di mantenere un modello sanitario policentrico che valorizzasse le eccellenze del territorio e salvaguardasse al tempo stesso il diritto dei cittadini ad un’accessibilità delle strutture sanitarie più ampia possibile.

L’esecutivo ha in programma di riconvocarsi quanto prima, invitando i tre consiglieri regionali bellunesi e la direzione strategica della Ulss 1, per conoscere le valutazioni alla base delle decisioni prese dal Consiglio regionale prese e per considerare le ricadute che il nuovo assetto del Codivilla avrà sulla qualità dei servizi sanitari offerti dal territorio, senza dimenticare i legittimi timori riguardo le prospettive di impiego dei molti lavoratori della struttura.

 

Share

2 comments
Leave a comment »

  1. E’ il fallimento della politica bellunese.
    Scarsi i consiglieri regionali, che ci hanno venduto.
    Scarsi i sindaci
    Scarse le associazioni di categoria, che non aprono la bocca.
    Il silenzio assordante di una classe politica fallita.

    Forse ha proprio ragione il M5S…

  2. devono andarea a casa i responsabili del bim
    devono andare a casa i consiglieri regionali, fallimentari su ogni fronte bellunese
    devono andarea a casa quelli che vogliono spolpare le nostre ricchezze per regalarle ati trevisani