Thursday, 14 November 2019 - 18:49
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Prevenzione a teatro. Il Piano Integrato per la Sicurezza stradale promosso dalla Provincia di Belluno punta sul teatro partecipato di Filippo Tognazzo

Mar 7th, 2013 | By | Category: Arte, Cultura, Spettacoli, Prima Pagina, Scuola

tognazzoA distanza di due anni torna in provincia di Belluno la tournée degli spettacoli di teatro partecipato scritti e interpretati da Filippo Tognazzo e prodotti da Zelda – compagnia teatrale professionale: I Vulnerabili che si rivolge ai ragazzi sensibilizzandoli al tema della sicurezza stradale, e SAD – Sopravvivere all’AutoDistruzione che tratta il tema del condizionamento giovanile.

10 repliche in 6 giorni è il programma della tournée iniziata a Feltre lo scorso 15 febbraio a cui hanno partecipato oltre 1.000 studenti, che si concluderà questa settimana con 4 giorni consecutivi di spettacoli suddivisi tra Belluno e Domegge di Cadore. Il totale complessivo di partecipazione sarà di quasi 3.000 studenti delle scuole medie e superiori provenienti da tutto il territorio provinciale.

Questo il calendario:

FELTRE – Teatro dell’Istituto Cannossiano

14 febbraio: ore 8.30 e ore 10.30 – doppia replica de I VULNERABILI

15 febbraio: ore 10.30 – singola replica di SAD

BELLUNO – Teatro del Centro Giovanni XXII

6 marzo: ore 8.30 e ore 10.30 – doppia replica de I VULNERABILI

7 marzo: ore 8.30 e ore 10.30 – doppia replica di SAD

DOMEGGE DI CADORE: Sala San Giorgio

8 marzo: ore 8.30 e ore 10.30 – doppia replica de I VULNERABILI

9 marzo: ore 8.30 – singola replica di SAD

I Vulnerabili è uno spettacolo rigoroso, basato su informazioni, dati precisi e verificati ed offre la possibilità di stabilire un paragone fra la realtà italiana ed altre estere, suscitando domande, emozioni, ma anche indignazione. Si parla di tempi di reazione, velocità virtuale, protesi e progressi medici, pubblicità, cavalli e potenza, comunicazione, rapporti fra interesse pubblico e privato, crash test e sicurezza passiva, spesa sanitaria e PIL, fino ai concetti chiave di invulnerabilità e vulnerabilità.

Con SAD – Sopravvivere all’AutoDistruzione, invece, sulla scena temi di stretta attualità quali l’impatto delle sostanze psicoattive e delle droghe sul sistema nervoso, la violenza, la sessualità, il mutamento della percezione della realtà indotto dai sistemi di comunicazione di Massa e i modelli comportamentali promossi dagli adulti.

SAD – Sopravvivere all’AutoDistruzione è stato selezionato tra i finalisti del Premio Off#2 del Teatro Stabile del Veneto diretto da Alessandro Gassman.

 

In entrambe le proposte è stato privilegiato il rapporto diretto fra attore e platea, utilizzando la forma ibrida di teatro partecipato, quasi un’assemblea pubblica in forma di spettacolo, nella quale si alternano racconto, pubblicità progresso, esperimenti scientifici, confronti, riflessioni. Lo spettacolo “parla non più ai giovani ma CON i giovani“ attraverso un linguaggio dinamico ed efficace. Il pubblico è chiamato direttamente ad interagire attraverso dialoghi diretti e toni semplici, arricchito di nuove componenti multimediali e condotto con ritmo incalzante.

Gli ultimi dati a disposizione relativi alla Regione Veneto mostrano che la provincia di Belluno ha un indice di mortalità secondo solo a quello di Rovigo. In questo scenario, sensibilizzare i giovani al rispetto delle regole e ai buoni comportamenti significa svolgere una funzione sociale preziosa, rivolgere l’attenzione al futuro consolidando le basi del nostro sistema territoriale.

Per diminuire gli incidenti stradali l’Amministrazione provinciale ha quindi sviluppato il Piano Integrato per la Sicurezza stradale al cui interno di inseriscono queste proposte teatrali che a livello nazionale in quattro anni hanno raggiunto le 300 repliche e oltre 90.000 ragazzi incontrati.

http://www.youtube.com/watch?v=Yk4fLMTnTNM&feature=player_embedded

http://www.youtube.com/watch?v=FjBMdm1ORoI
Share

Comments are closed.